Cgil: raccolta firme contro l’abrogazione del reddito minimo decisa da Polverini

0
72

Prosegue la raccolta firme lanciata dalla Cgil di Roma e Lazio contro l’abrogazione della legge sul reddito minimo garantito a sostegno di disoccupati, inoccupati o precariamente occupati.

La campagna è stata promossa dal sindacato contro la decisione della giunta Polverini di non dare copertura finanziaria e, addirittura, di abrogare la legge n.4/2009, istituita dall’allora presidente Piero Marrazzo, in uno scenario che vede crescere drammaticamente il tasso medio di disoccupazione, attestato al 9,3% per gli uomini, al 10,5% per le donne e al 33,9% per i giovani.

“La legge – spiega un comunicato della Cgil – è nata nel pieno della crisi economica come parte integrante delle misure di limitazione e contrasto alla crisi e risponde ai bisogni di quella gran parte dei cittadini e delle cittadine del nostro territorio che non ha né sostegni al reddito né ammortizzatori sociali. Si tratta di una legge all’avanguardia, unica in Italia, al pari delle più avanzate legislazioni europee in materia di politiche attive del lavoro e come strumento di lotta alla povertà. Mantenere il reddito minimo permette a migliaia di giovani, cittadini e lavoratori precari di rientrare nel mondo del lavoro”.

Nel bilancio della Regione Lazio di quest’anno la legge non ha avuto alcuna copertura finanziaria nonostante la grave situazione economica e sociale della regione. La giunta Polverini ha dichiarato addirittura di volerla abrogare. Per questo motivo la CGIL di Roma e Lazio ha deciso di avviare una petizione popolare con lo scopo di impedirne l'abrogazione e chiedere alla Regione Lazio il rifinanziamento.

E' possibile firmare la petizione nelle sedi CGIL. Per sapere  come e quando firmare collegati al sito http://www.lazio.cgil.it/item.asp?ar=1&liv1=1  e cerca la sezione “CI SIAMO”.

È SUCCESSO OGGI...

Presa a pugni dal compagno, si difende con un frigorifero

Un frigorifero dietro la porta e la chiamata al 112: così si è difesa dal suo aguzzino una donna di 46 anni che, in un anno e mezzo di convivenza, aveva già perdonato  il...

Vedono turisti con la maglia della Lazio e li aggrediscono: in manette ultras romanisti

Dalle prime ore di questa mattina, gli agenti della Polizia di Stato della Digos di Roma, stanno eseguendo delle misure cautelari a carico di esponenti ultras romanisti, indagati per l’aggressione in danno di alcuni...

Castelli Romani devastati dalle gelate, compromessi i raccolti della frutta. Bruciati ettari di vigneti

“Il bilancio dei danni è pesantissimo. Vigneti, piantagioni di kiwi, frutteti, ortaggi. Una vera e propria caporetto per la nostra agricoltura. E dire che non abbiamo ancora finito il monitoraggio sul territorio e i...

Chiude la figlia in macchina e va a giocare alle slot machines

In preda alla febbre del gioco, ha preso l'auto della donna per cui lavora come badante, ha parcheggiato nei pressi di un bar di Villanova di Guidonia, chiuso la figlia di 7 anni in...

Fa il pieno di benzina, paga con banconote false e scappa

A seguito di una segnalazione giunta al NUE 112, i Carabinieri della Stazione di Roma San Paolo hanno arrestato una 20enne romana, disoccupata e già nota alle forze dell’ordine, con l’accusa di spendita e...