Delibera Cam: ci risiamo

0
25

Nemmeno il gelo e il ghiaccio fermano l'impellente necessità, condivisa più o meno da molti consiglieri anche dell'opposizione, di approvare la famosa e peregrinante delibera Cam. Proprio quella che prevede l'abbattimento dei mercati di via Antonelli, via Chiana e Magna Grecia per sostituirli con parcheggi sotterranei e manufatti di superficie fronte strada.

Così anche stamattina presso l'assessorato di via del Turismo all'EUR, dovrebbero presentarsi i commissari, ci auguriamo opportunamente imbacuccati, per approvare la delibera più calda dell'anno. Ormai non si contano più le volte in cui la Commissione Urbanistica è stata convocata per licenziare una misura recentemente transitata dalla Commissione Urbanistica e che doveva pure fare una sosta in quella del Commercio. Ma si sa, i tempi stringono e con una efficienza inusitata per questa Amministrazione capitolina, la Commissione viene convocata da un giorno a quello immediatamente successivo.

Tanta sollecita premura si giustifica solo con la discussione in Consiglio di ben 18 delibere urbanistiche, già avviata eccezionalmente in prima convocazione. Nulla toglie che anche la delibera Cam possa finalmente essere messa all'ordine del giorno per una prossima seduta in Aula Giulio Cesare. Eppure, a ben vedere, i commissari dell'opposizione sono in maggioranza, dal Pd a Rossin de La Destra di Storace sino all'Udc che ha preso le distanze da una scelta che non comporta alcun vantaggio per il Comune, e quindi per il pubblico interesse. Intanto la notizia rimette in agitazione i “mercatari” e i comitati “No Pup”, anche loro incuranti del gelo. Ma qualche escamotage dovrà esse pur trovato per questa delibera che vide un tempo tutti d'accordo.

(gl)