Foibe, Fini: ricordare la tragedia per evitare che si ripeta

0
53

''Nel celebrare il Giorno del Ricordo non posso fare a meno di rammentare che la memoria delle foibe e dell'esodo non è stata per lungo tempo considerata, in sede ufficiale, una memoria condivisa. Per troppi anni, come ben sappiamo, la tragedia vissuta dagli italiani delle terre adriatiche è stata oggetto di una voluta rimozione''. Queste le parole del presidente della Camera, Gianfranco Fini, che ha inaugurato a Montecitorio l'esposizione “Esodo e Foibe: i nomi e i volti” in occasione del Giorno del Ricordo della tragedia delle genti Giuliane, Istriane, Fiumane e Dalmate.

''Quell'ingiusto vuoto nella memoria storica condivisa ha costituito a lungo un fattore di ostacolo al processo di pacificazione nazionale e di ricomposizione del tessuto etico-culturale del Paese, contribuendo ad approfondire il senso della divisione ideale e politica avvertito dagli italiani nei decenni dell'ideologismo e della guerra fredda. A farne direttamente le spese – ha spiegato Fini – sono stati innanzi tutto gli esuli, che spesso non ricevettero, da parte dell'Italia ufficiale, quell'abbraccio fraterno e solidale in cui avevano sperato e cui avevano diritto. Furono spesso accolti con indifferenza e, in numerosi casi, con ostilità. Molte famiglie vissero per lungo tempo – anche fino a dieci anni- negli oltre cento campi di raccolta disseminati nella Penisola. E vissero in condizioni difficilissime, in totale emergenza e assoluta provvisorietà”.

''Quella pagina di storia strappata è stata ricucita nella memoria nazionale dalla legge istitutiva della ricorrenza che oggi onoriamo. L'istituzione del Giorno del Ricordo è stata decisa con un voto a larghissima maggioranza del nostro Parlamento. E' una circostanza che dimostra la significativa maturazione avvenuta nella coscienza politica e civile dell'Italia sul grande tema della storia condivisa. Occorre però continuare ad approfondire questo spirito di ritrovata coesione e sereno riconoscimento del passato; occorre farlo per rafforzare il sentimento dell'identità nazionale e per affermare in modo sempre più compiuto i valori della pace e della dignità umana sanciti dalla Costituzione e dai trattati europei'', ha aggiunto Fini.

''E' mia convinzione che la capacità del nostro popolo di conservare la propria identità storica la si riconosca anche e soprattutto dal suo senso di unità, di fratellanza e di condivisione nella rievocazione delle pagine storiche più tristi e dolorose. Dall'esperienza del dolore – ha quindi concluso Fini – occorre saper trarre quella coesione dei cuori e quella comunità dei sentimenti che rafforza la coscienza di Patria, nel senso letterale del termine intesa come 'terra dei padri', e rappresenta un fattore di educazione permanente ai valori civili della Nazione, alla cui quotidiana affermazione devono concorrere, con impegno e convinzione, tutti gli italiani. Senza alcuna distinzione geografica, culturale e politica''.

È SUCCESSO OGGI...

civitavecchia

Operazione antimafia: arresti e sequestri record di beni e aziende per 280 milioni di...

Nelle province di Roma, Napoli, Milano e Pescara, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, nel corso di una operazione condotta anche con la partecipazione dei Finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria di Roma, stanno...

Zingaretti a Guidonia Montecelio: “Costruiremo qui una Casa della Salute” 

Piastra di Pronto Soccorso, Casa della Salute, raddoppio della ferrovia e più chilometri per il trasporto su gomma. Non è la lista dei desideri ma fatti concreti che il presidente della Regione Lazio, Nicola...
Allarme a Santa Marinella, cisterna da 28mila kg disperde sostanza altamente tossica e corrosiva

Allarme a Santa Marinella, cisterna da 28mila kg disperde sostanza altamente tossica e corrosiva

Allarme nel comune di Santa Marinella nella sera di ieri, giovedì 22 giugno. Dalle ore 23.40 le squadre del Comando di Roma vigili del fuoco sono infatti intervenute nell'area di servizio Tirreno Ovest dell'Autostrada...

Rissa per un grappolo d’uva: uomo colpito al volto

Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Trevi sono intervenuti a Roma, in via Leonina, dove hanno arrestato un cittadino senegalese di 21 anni per il reato di lesioni gravi. In particolare, il giovane è...
incidente gra

Terribile incidente, chiuso svincolo Civitavecchia e traffico in tilt

Autostrade per l'Italia comunica che, poco prima delle ore 10, è stato chiuso, sulla A12 Roma-Civitavecchia, il tratto compreso tra Civitavecchia Sud e Civitavecchia Nord in direzione nord, a causa di un incidente tra...