L’agonia dell’Agenzia per le tossicodipendenze

0
38

L'Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze è praticamente un ente dalla incerta utilità tanto che proprio ieri annunciava la cronica carenza di fondi e poche nuove iniziative di qualche rilievo.

Una Comunità in Città della Pieve; un Centro notturno a bassa soglia; un Centro diurno a bassa soglia; un Centro di consulenza e orientamento per minori, singoli, coppie e famiglie con problematiche di tossicodipendenza; due Centri diurni semiresidenziali a soglia intermedia rivolto a persone tossicodipendenti; un Centro residenziale di reinserimento; due servizi di comunicazione e prevenzione in rete; un servizio di prevenzione di comportamenti a rischio e promozione di stili di vita sani; una Comunità giovanile e due Comunità di prima accoglienza. Mentre prossimamente verranno affidati un centro notturno a bassa soglia, un centro diurno a bassa soglia e cinque servizi di prevenzione nelle scuole secondarie di secondo grado. Poco, ma qualcosa. A rendere più confusa la questione è stato invece l'assessore De Palo che anziché affrontare un problema di soldi e strutture ha fumosamente parlato di «un cambio di mentalità culturale sul tema delle dipendenze: la prevenzione è al centro delle politiche, che non rincorrono più il problema, ma cercano di svolgere una funzione educativa per impedire che la tossicodipendenza metta radici». Impostazione scontata e tanta filosofia spicciola sulla prevenzione per non cacciare soldi.

L'assessore alla Famiglia, all'Educazione e ai Giovani ci ha poi raccontato che si sta rispondendo «in modo sempre più capillare e consapevole ai fenomeni di devianza e di dipendenza, anche strisciante, che si verificano nella nostra città». Per questo l'assessore pensa (solo questo per ora) di realizzare «con l'ausilio di esperti di ambito accademico, un'analisi dimensionale del fenomeno nella città che analizzi il territorio». Che in parole semplici significa fare una ricerca. Eppure senza scomodare gli «esperti di ambito accademico» che spesso non lavorano gratis, basterebbe che De Palo si rivolgesse all'istituto Superiore di Sanità facendosi elaborare i dati colà a disposizione e magari prendesse umilmente l'esempio di qualche altra amministrazione che considera la tossicodipendenza un 'desease', un disagio psichico sul quale intervenire in termini medico-psichiatrici, sociali e di auto aiuto di gruppo e non una "devianza". Questa lasciamola a Giovanardi.

gl

È SUCCESSO OGGI...

Due incendi nei pressi della capitale: a fuoco rifiuti e discarica

Un incendio sta interessando la zona di via di Tor Cervara 140 da ieri sera. Si tratta di una zona a ridosso del parco della Cervelletta, alle spalle di via Salviati. Stanno bruciando immondizia e rifiuti,...

All’Ex Dogana arriva il Just Music Festival: tra gli ospiti Rag’n’Bone Man e Fatboy...

Rag’N’Bone Man, FatBoy Slim, Nicolas Jaar, Paul Kalkbrenner, Richie Hawtin e Damian Lazarus, Roots In The City: Sizzla & The Firehouse Band, Lee Scratch Perry & Mad Professor, Nattali Rize,Promise No Promises: sono questi...
civitavecchia

Aveva una “clinica di moto rubate”: arrestato il “mago del telaio”

Al termine di una lunga e meticolosa indagine dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, è finito in manette il “Mago del telaio”, un meccanico romano di 53 anni con precedenti, arrestato in esecuzione...
Controlli dei Carabinieri

Oltre 6 chili di droga: 2 arresti vicino Mentana

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato un 53enne del posto ed un 36enne, di Fonte Nuova, entrambi già noti alle forze dell’ordine, per detenzione ai fini di spaccio di...
cronaca di roma torpignattara

Omicidio delle tre sorelline, indagati a Roma due rom

La procura di Roma ha iscritto due persone nel registro degli indagati in relazione al rogo nel quale sono morte le tre sorelle Halilovic. Gli indagati sono due rom, idetificati grazie alle telecamere di...