Comunità ebraica “perde” i viaggi della memoria

0
20

Fino ad oggi era stato un punto fermo. Il “viaggio della memoria” ad Auschwitz-Birkenau, fin dalla sua istituzione da parte del Comune di Roma era stato organizzato da un tour operator vicino alla Comunità Ebraica. Un tacito accordo tra colleghi aveva sempre consentito che il viaggio nel luogo che maggiormente rappresenta il dramma della Shoah fosse organizzato dall’interno di quel mondo che ha vissuto sulla sua pelle quell’orrore.

Una nuova modalità di aggiudicazione dell’organizzazione dei viaggi sembra però aver spazzato via il patto di non belligeranza, creando una situazione senza precedenti. Il 12 gennaio scorso, il Dipartimento scuola del Comune ha pubblicato un bando di gara che per la prima volta, comprendeva tutti i lotti, per i quali si potevano presentare sia offerte singole, sia per l’intero pacchetto. Con la pubblicazione della graduatoria provvisoria sulle pagine web del dipartimento è arrivata la sorpresa: ad aggiudicarsi tutti i lotti è stata la Ganimede Viaggi, tour operator napoletano, che in precedenza – quando sulla poltrona di assessore sedeva Laura Marsilio – si era aggiudicato la gara per il viaggio a Praga. Il risultato dell’appalto ha scatenato un vero e proprio terremoto nelle stanze del dipartimento e dell’assessorato. Si teme che alla decisione di raggruppare in un unico appalto l’aggiudicazione di tutti i “viaggi della memoria” venga data una lettura politico-religiosa, che trascinerebbe il cattolicissimo assessore Luigi De Palo nell’occhio di un ciclone di vaste proporzioni. Timore che è aumentato dai tempi strettissimi che erano stai dati per la presentazione delle domande.

La determinazione dirigenziale con il bando di gara è stata firmata il 12 gennaio, e i termini per la presentazione delle offerte scadevano 15 giorni dopo, il 27 gennaio, con scadenza per la presentazione della manifestazione di interesse il 19 gennaio. Solo due settimane per venire a conoscenza dell’offerta e predisporre le offerte per una gara per cui erano stati stanziati 764.000 euro.

Valerio Fiorentino