Le agevolazioni per le famiglie numerose?

0
41

Giano Bifronte è una delle divinità più antiche e più importanti della religione romana, latina e italica. Due facce per la stessa persona come per il Sindaco Gianni Alemanno che ieri ha presentato il famoso quanto fumoso Quoziente Roma definendolo un evento ”storico”, aggiungendo “interveniamo su una tariffa, la Tia, che era la più anti-familiare che c'era a Roma”.

Lodevole iniziativa che costerà alle casse comunali ben 27 milioni di euro. Ma se da una parte il Sindaco promette a 90 mila famiglie di non pagare la Tari o TIA, d’altra sperpera i soldi dei cittadini in contratti faraonici per i suoi fedelissimi e cosa ancora più incredibile per illuminare anche dopo Natale tutta via del Corso senza avere il coraggio di raccontare ai romani quanto è costata al mese la luminaria romana. In un periodo di crisi e di tagli abbiamo assistito a un Carnevale costosissimo e alla pratica ormai consolidata di sponsorizzare manifestazioni, attraverso partner del Comune. L’operazione Quoziente Roma a nostro avviso è solo un’operazione mediatica per dare credibilità al suo assessore alla Famiglia. I tagli, quando e se verranno effettuati, andranno a favorire le famiglie numerose, dimenticando quelle senza figli in difficoltà economiche, quelle con un solo figlio disabile, quelle immigrate, le coppie che non si possono sposare perché senza lavoro e senza casa.

Insomma uno spot per l’associazione delle 'Famiglie numerose' ormai feudo dell’assessore De Palo, tanto che ad ogni dichiarazione de er ciabatta, gli fanno eco i comunicati della presidentessa  Emma Ciccarelli che plaudono ad ogni iniziativa del sandaluto assessore. Peccato che ieri non sia stato spiegato ai giornalisti quante famiglie vicine alla soglia di povertà già non pagano la Tari e soprattutto quali saranno i provvedimenti del sindaco bifronte a favore di chi non fa parte dell’associazione delle famiglie numerose.

cinque