Fosse Ardeatine, mille studenti alla cerimonia per anniversario dell’eccidio

0
30

Mille studenti romani, provenienti da 30 istituti superiori e 16 scuole medie della Capitale, hanno partecipato alla cerimonia che rende omaggio ai martiri delle Fosse Ardeatine nel 68° anniversario dell'eccidio. Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il presidente della Camera, Gianfranco Fini, il vicepresidente del Senato, Emma Bonino, il ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola, il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, e il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Dopo la deposizione di alcune corone di fiori, ha preso la parola Rosina Stame, presidente dell'Anfim (Associazione nazionale familiari dei martiri caduti per la libertà della patria) che, dopo aver ringraziato Roma Capitale per aver permesso il regolare svolgimento della celebrazione, ha ricordato che "a causa dei tagli abbiamo dovuto licenziare i nostri due unici dipendenti e probabilmente saremo costretti a chiudere i nostri uffici, ma non chiuderemo i nostri cuori".

Dopo la lettura dei nomi dei 335 martiri dell'eccidio, le autorità hanno visitato le Fosse Ardeatine. Prima di entrare nel sacrario, però, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha risposto così all'appello della Stame: “Quello che si è fatto per onorare la memoria dei caduti non è finito e non finirà. Il 23 marzo dell’anno prossimo ci ritroveremo nuovamente qui con lo stesso animo”.