Lavoro, Napoletano: basta giovani precari e sfruttati

0
22

“Non vi è dubbio che nell'attuale fase economica l'impegno delle istituzioni e delle organizzazioni sindacali deve innanzitutto essere volto a contrastare la piaga della disoccupazione, che colpisce in primo luogo donne e giovani”. Lo scrive il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nella risposta al saluto ricevuto dal Segretario generale dell'UGL, Giovanni Centrella, in occasione del 3* Congresso confederale sul tema “Il Sindacato oltre la crisi. Un futuro c'è”.

“In particolare – scrive il capo dello Stato – le giovani generazioni sulle quali grava già un debito pubblico che tende a diventare un fardello insopportabile – devono poter accedere al mercato del lavoro in modo che non siano penalizzate da ingiustificate precarietà o da forme inammissibili di sfruttamento. È a tal fine indispensabile che le parti sociali contribuiscano a sviluppare un confronto aperto e costruttivo sulle soluzioni da perseguire, con forte spirito unitario”.

Napolitano quindi augura “un proficuo svolgimento dei lavori congressuali, nella convinzione che la attiva partecipazione delle organizzazioni sindacali al dibattito pubblico e alla vita sociale rappresenti per il nostro paese, in un momento di crisi ma anche di grandi opportunità di riforme sociali, una preziosa risorsa per perseguire quella crescita equa e sostenibile di cui l'Italia ha urgente bisogno”.