Centurioni sloggiati dal Colosseo

0
24

C’era addirittura chi ne richiedeva il riconoscimento professionale, ma da ieri il Comune di Roma ha deciso addirittura di farli sparire. Parliamo dei centurioni in costume che dovranno sgombrare solo dal Colosseo ma non è detto che a qualcuno non venga in mente di farli sgomberare in futuro anche da qualche altro monumento storico. Così l’assessore al commercio Davide Bordoni promette guerra ai figuranti travestiti da centurioni e gladiatori «perchè sono abusivi» e nei prossimi giorni invierà una task force di vigili urbani per arginare il fenomeno.

Ok, invece, a camion bar e “urtisti”, ovvero i venditori ambulanti di souvenir con la cassettina legata al collo, perchè hanno regolare licenza. Sulla permanenza dei camion bar non avevamo alcun dubbio visto che gran parte di essi sono gestiti dalla famiglia Tredicine che raccoglie un bel po’ di voti al IX municipio e non solo, per gli “urtisti” ben vengano purché non siano controllati anche loro dai soliti racket. L’improvvisa e drastica decisione si inserisce in una vasta operazione di decoro intorno al monumento più celebre di Roma e fa seguito alla nota della Sovrintendente per i beni archeologici di Roma, Maria Rosa Barbera, che dispone l’allontanamento di figuranti, camion bar e punti vendita mobili in prossimità dell’Anfiteatro Flavio. Era inevitabile che sui camion la posizione dell’assessore fosse divergente e chi lo sente poi il consigliere Giordano Tredicine che rischia di venir sgridato dai suoi austeri parenti. Per quanto riguarda i centurioni, l’assessore ha spiegato che dispongono di autorizzazioni rilasciate dal Comune di Roma col nullaosta delle Sovrintendenze anche trent’anni fa, tanto che in passato operavano addirittura all’interno del Colosseo, senza animali feroci, ovviamente.

Ma l’assessore chiarisce che questa amministrazione non ne ha aumentato il numero. «Concordiamo pienamente però sulla necessità di decoro e di maggiore controllo del territorio, anche se non è semplice da gestire – continua Bordoni – Stamani ho chiamato il comandante della Polizia municipale Angelo Giuliani e ho chiesto di intensificare i controlli di contrasto all’abusivismo presenti al Colosseo a partire da domani». L’assessore fa sapere che l’amministrazione capitolina è «disponibile a un tavolo di lavoro per risolvere il problema. È nel nostro interesse reprimere l’abusivismo». Nel frattempo i centurioni del Colosseo affilano le spade, ci auguriamo di latta.