«Solidarietà a Cinque, grazie a tutti»

0
34

Grazie a tutti. Davvero. Grazie ai lettori, agli addetti ai lavori, ai comitati, alle associazioni, ai collaboratori, ai colleghi, ai consiglieri, agli amministratori. Grazie insomma a coloro i quali ieri hanno manifestato in forma scritta o a voce la loro solidarietà nei confronti del nostro quotidiano, divenuto bersaglio di un attacco proditorio quanto stupido del sindaco di Roma Gianni Alemanno, che contro di noi ha confezionato una querela dai contenuti a tratti ridicoli e non di meno inquietanti: perché costruire come ha fatto il primo cittadino capitolino, una tesi secondo cui l'obiettivo di questo giornale è attaccarlo «con tutte le giustificazioni possibili», è segno certo di un egotismo disarmante ma pure di una intolleranza alle critiche preoccupante se espressa da un uomo politico che è pure sindaco della capitale. Fortunatamente i nostri lettori, fra i quali non annoveriamo Alemanno e il suo ufficio stampa, sanno quel che ogni giorno facciamo: pubblicare notizie, un mucchio di notizie, anche quelle che gli altri non danno; raccontare il territorio, le periferie, la provincia, a Roma come a Milano; dare voce ai moltissimi che voce non hanno; denunciare le storture di una città, Roma, sempre più storta; capire in modo nuovo una città, Milano, che va ben oltre gli stereotipi. Lo facciamo da quando siamo nati, continueremo a farlo. Sapere che possiamo contare su di voi, che ieri in tanti ci avete fatto sentire il vostro affetto, ci fa stare meglio.

Christian Poccia