Atac,Operazione trasparenza:compensi e cv pubblici

0
130

Dopo le ultime fughe di notizie dall’interno sugli stipendi dei dirigenti,per spegnere le polemiche Atac non poteva che varare un’operazione trasparenza e rendere pubblici i curriculum e i compensi dei dirigenti.

Nell’annunciare la pubblicazione, l’azienda ha spiegato che  nel 2011 «è stato deciso un taglio fino al 60% della retribuzione variabile dovuta ai dirigenti per l’anno 2010. Inoltre, per il 2012, il consiglio di amministrazione ha deliberato un taglio del 10% del costo del personale dirigente previsto dal piano industriale2011-2015».

Tradotto in cifre, poiché la spesa per la retribuzione dei dirigenti nel 2011è costata la faraonica cifra di oltre 13 milioni di euro, il risparmio sarà di circa 1,3milioni di euro l’anno. Al solo pensiero di quanto sarebbero costati alle casse dell’azienda di proprietà del Comune di Roma i dirigenti senza i tagli alla retribuzione variabile vengono i capelli bianchi… Teoricamente l’operazione dovrebbe permettere anche di capire se i dirigenti hanno un’esperienza adeguata al ruolo che ricoprono.

Ma alcuni di loro, che hanno un forte legame con il mondo politico – e che da soli costano ad Atac una cifra superiore ai tagli previsti nel 2012 -hanno ritenuto (in maniera del tutto legittima ma altrettanto inopportuna) che i cittadini non hanno il diritto di conoscere le loro competenze professionali: Gioacchino Gabbuti, ex ad di Atac a cavallo tra le giunte Veltroni e Alemanno ora distaccato ad Atac Patrimonio, 350.000 euro di retribuzione fissa orda  e 245.000 di retribuzione variabile. Marco Coletti da poco nominato ad di Astral dalla Giunta Polverini, ha negato anche la pubblicazione della retribuzione. Giorgio Giacomini figlio di Gianni, presidente Pdl del Municipio XX,110.000 euro di retribuzione fissa e 8.853 euro di retribuzione variabile. Cynthia Orlandi, responsabile della direzione marketing, passata con disinvoltura dal ruolo di“responsabile della struttura relazioni istituzionali, rapporticon l’Ue e cooperazione internazionale” della giunta Marrazzo a quello di “responsabile della segreteria del comitato elettorale” di Renata Polverini, porta a casa141.678 di fisso e 14.700 di variabile.  Anche Carlo Alberto Scoppola, già consigliere  del cda di Assicurazioni di Roma in quota al centro sinistra,ha negato la pubblicazione del reddito.

var WIDTH=615; var HEIGHT=70; var BGCOLOR=\”#FFFFFF\”; var HRCOLOR=\”#FFFFFF\”; var TITLE_COLOR=\”#FFA500\”; var TEXT_COLOR=\”black\”; var LINK_COLOR=\”#000080\”;