Polverini a “La Zanzara”: sempre stata antifascista, il fascismo è il male assoluto

0
94

«Assolutamente si, io sono sempre stata antifascista e non ho mai militato in un movimento o in un partito che richiamasse a quello». Lo ha detto il presidente della regione Lazio Renata Polverini, ospite ieri della trasmissione radiofonica in onda su Raio24 "La Zanzara". «Il fascismo è stato male assoluto», ha aggiunto la governatrice Polverini, interpellata sul tema e sulle dichiarazioni del presidente della Camera dei deputati Fini, che definì il fascismo "male assoluto". «Assolutamente, non ho mai fatto un saluto fascista e quella foto è stata ripresa mentre salutavo, nessun braccio alzato», ha quindi precisato in merito ad una foto che la ritrae mentre ha il braccio destro sollevato.

«Ho una storia personale e familiare – ha aggiunto Polverini – che viene da storie che hanno combattuto insieme a questi signori, che oggi si arrogano il diritto di non fare andare me e il sindaco di Roma alla manifestazione. Devo ringraziare il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti perchè anche lui ha deciso insieme a noi di non andare». «Questi signori non hanno pace ancora con la storia perché non si rendono conto che chi è nato come me nel 1962, per fortuna, grazie a tutti coloro che oggi stiamo festeggiando, non si è dovuto confrontare con il fascismo", ha spiegato il presidente Polverini, sempre facendo riferimento alla mancata partecipazione di questa mattina al corte dell'Anpi per celebrare la Festa della Liberazione. "Quelli che mi hanno dato della fascista oggi – ha concluso Polverini – non hanno nulla di democratico".

Il presidente della Regione Lazio ha poi cantato "Bella Ciao", scherzando con i conduttori della trasmissione. La governatrice non si è infatti tirata indietro e ha accolto l'invito a intonare la popolare canzone partigiana. Poi, alla domanda se dovesse essere insegnata nelle scuole assieme all'Inno di Mameli, Polverini ha risposto, «in molte scuole già lo fanno. Con i bambini si fa come se fosse un gioco, ma lo fanno». Alla domanda se cantasse meglio Battisti, colonna sonora della sua campagna elettorale o Bella Ciao, il governatore del Lazio ha aggiunto, «canto bene anche Guccini», e ha intonato le note de "L'Avvelenata". «Mia mamma – ha poi scherzato – non voleva che ascoltassi questa canzone, perchè ci sono molto parolacce, e io andavo dalle suore. Ma io nascondevo la cassetta nella borsa, e la imparavo lo stesso».

 

 

var WIDTH=615; var HEIGHT=70; var BGCOLOR=\”#FFFFFF\”; var HRCOLOR=\”#FFFFFF\”; var TITLE_COLOR=\”#FFA500\”; var TEXT_COLOR=\”black\”; var LINK_COLOR=\”#000080\”;