Liti nel Pdl, Acea più esposta ai mercati

0
30

Acea continua macinare utili nonostante la crisi, infatti chiude con un utile netto di quasi 86 milioni di euro il bilancio 2011approvato ieri durante l'assemblea dei soci che si e svolta presso la sede della Fornace a Tor di Valle. Presenti all'assemblea il presidente di Acea Giarcarlo Cremonesi e l'amministratore delegato Marco Staderini.

Certo l'utile ha subito un decremento del 6.5% rispetto al 2010, ma il calo e dovuto a maggiori pressioni fiscali che l'azienda ha dovuto affrontare nel 2011. Una situazione sufficientemente florida e tale da alimentare la polemica dell'opposizione capitolina che non intende privare il Campidoglio della sua quota di utili con la cessione del 21% delle quote societarie in favore dei privati. Il presidente di Acea Giancarlo Cremonesi durante l'assemblea dei soci ha affermato che la delibera capitolina sulle remunerazioni dei manager da equiparare a quelle di altre societa similari, non e stata adottata anche perche avrebbe triplicato gli emolumenti del presidente e dell'amministratore delegato mentre gli atteggiamenti "demagogici", come li ha definiti Cremonesi che peraltro e anche presidente della camera di Commercio di Roma, avrebbero provocato un esodo dei manager di primo livello verso societa che pagano meglio. Ma qualcuno sta puntando i riflettori sulla disinvoltura con la quale il Sindaco Alemanno sta affrontando le gestione delle quote capitoline di Acea Spa che essendo quotata in borsa, e sottoposta obblighi di trasparenza verso il mercato, tanto che la Consob ha deciso di aprire un fascicolo per seguire attentamente la vicenda.

Lo segnala il deputato del Pd in commissione Trasporti e Telecomunicazioni alla Camera, Michele Meta. Per il deputato del Pd le turbolenze ed i dissidi interni al Pdl sul futuro dell'Acea rischiano di danneggiare un'azienda tra le piu solide sul mercato, esponendola alla speculazione e ad un'ulteriore deprezzamento del suo valore di mercato.

Di qui l'invito di Meta alla prudenza magari con un rinvio della discussione e delle votazioni sulla delibera in discussione nell'Assemblea capitolina. E intanto oggi movimenti, partiti e cittadini scendono in piazza per protestare contro la vendita da parte del Campidoglio delle quote Acea. L'appuntamento e alle 15 in Piazza Vittorio.