Amministrative, affluenza alle urne al 66,88%: scesa di quasi 7 punti

0
23

Il dato definitivo dell'affluenza alle urne, riferito alle regioni a statuto ordinario e comunicato dal Viminale, conferma la discesa già emersa ieri. In questa tornata di consultazioni amministrative ha votato il 66,88% rispetto al 73,75% delle ultime elezioni.

C'è un “astensionismo molto forte”, ha osservato Anna Finocchiaro, presidente del gruppo Pd al Senato, intervenendo ad una trasmissione del Tg1. Per Finocchiaro a Palermo “è franata la roccaforte del centrodestra. C'è difficoltà del Pdl in tutta Italia”.

Ai microfoni del Tg3, invece, il sindaco di Torino Piero Fassino (Pd) ha commentato: “Dalle prime proiezioni vedo un risultato prevedibile per Tosi a Verona e altrettanta prevedibilità per Genova a Parma dove i candidati del centrosinistra sono in testa per i ballottaggi”, e ha sottolineato il “crollo totale del Pdl che è evidentissimo in tre città su quattro dove il candidato del Pdl è terzo”. “Grande successo di Grillo” ha aggiunto Fassino, commentando che a Parma si sono fatti sentire i recenti scandali e a Genova “che è la città di Beppe Grillo”. Quanto a Palermo, Fassino ha definito Orlando una “personalità con un radicamento forte nella città” dove il candidato del Pdl ha preso la metà dei voti del partito il che “significa che molti vati del Pdl sono andati a Orlando”.

Per Matteo Salvini (Lega Nord), qualunque sia il risultato che la Lega Nord raggiungerà in queste elezioni amministrative, sarà comunque un risultato che per il Carroccio “vale doppio”. L'europarlamentare è sceso nella sala stampa di Via Bellerio a commentare le prime proiezioni. Il punto da non sottovalutare, secondo Salvini, è che “per la Lega è stata una campagna elettorale difficilissima. Più di Comuni, di Imu e dei disastri del governo Monti abbiamo parlato di diamanti e di lauree in Albania”. Con una conseguenza: “Penso che parecchi voti della Lega siano rimasti in frigorifero, ma capisco chi disorientato non è andato a votare”. Da Salvini, perciò, un “grazie a chi ci a votato” soprattutto a lla luce del risultato di Verona che si prospetta positivo per il Carroccio: “se Flavio Tosi vincesse al primo turno sarebbe un bel segnale e il modo migliore per ripartire”. (asca)