Amministrative: si vota fino alle 15, affluenza in calo

0
21

Seggi riaperti alle 7 di questa mattina per gli oltre 9 milioni e mezzo di elettori chiamati in varie regioni d'Italia a rinnovare sindaci e consigli comunali. Ma l'affluenza alle urne è in calo: alle 22 di ieri, quando i seggi hanno chiuso per la prima giornata di voto, aveva votato il 49,66% degli aventi diritto (meno 6,20% rispetto alle precedenti amministrative), secondo quanto riferito dal sito del Viminale. I seggi chiuderanno oggi alle 15.

In caso di ballottaggio per l'elezione dei sindaci, si voterà domenica 20 maggio, sempre dalle ore 8.00 alle ore 22.00, e lunedì 21 maggio, dalle ore 7.00 alle ore 15.00 mentre le operazioni di scrutinio avranno inizio nella stessa giornata di lunedì, al termine delle votazioni e dell'accertamento del numero dei votanti.

Intanto, in Sardegna, è stato raggiunto ieri sera il quorum per i dieci quesiti referendari regionali. Si sondano gli elettori, fra l'altro, per abolire le altre quattro Province storiche (Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano), portare da 80 a 50 il numero dei componenti del Parlamento sardo, cancellare i consigli di amministrazione degli enti regionali, istituire un'Assemblea costituente per la riscrittura dello Statuto autonomistico, eleggere direttamente il presidente della Regione attraverso le primarie. Gli elettori nell'isola sono 1.480.366, di cui 755.360 donne e 725.006 uomini. Il quorum per la validità del referendum è pari a 1/3 degli elettori ovvero 493.455 Lo spoglio delle schede è iniziato questa mattina. (asca)