Lazio, boom di cassa integrazione

0
20

Esplode la cassa integrazione nel Lazio. Secondo il monitoraggio effettuato dall’Osservatorio del mercato del lavoro della Cgil di Roma e del Lazio, «la cassa integrazione nel solo mese di aprile è aumentata di altri nove milioni di ore, per un totale di quasi trenta milioni di ore nel corso dei primi quattro mesi dell’anno: quasi la metà di tutto il 2011, con un aumento di 14 milioni di ore sullo stesso periodo del 2011 (+104%)». Così Tina Balì, segretaria della Cgil di Roma e del Lazio.

«Negli ultimi 12 mesi – continua – gli esuberi standard sono arrivati a 45mila crescendo di 13mila unità (+ 42%). La cassa integrazione, che n o r m a l m e n t e coinvolge il settore manifatturiero e l’edilizia (48,6% complessivamente), registra ora un aumento nei settori dei servizi, del commercio, del turismo e della logistica (49,7%). Il dato preoccupante riguarda infatti la cassa integrazione in deroga che nei primi quattro mesi dell’anno è aumentata considerevolmente: 11.753.000 ore passando da 1.51 milioni di ore medie/mese nel 2011 a 1.87 milioni nel 2012. Per quanto concerne invece la cassa integrazione ordinaria, si passa da 1.5 milioni di ore medie/mese nel 2011 a 1.67 milioni nel 2012 per un totale di 6.403.000 ore. La cassa integrazione straordinaria infine raggiunge un totale di 11.650.000 ore passando da 2.9 milioni di ore medie/mese nel 2011 a 3.14 milioni nel 2012».

«Da queste cifre – aggiunge – emerge con chiarezza la tendenza al peggioramento della crisi nella nostra regione rispetto allo scorso anno. E’ evidente che per fronteggiare questa situazione gli ammortizzatori sociali non bastano più. Occorre iniziare a pensare in termini di crescita e sviluppo». «Nei prossimi giorni – conclude – ragioneremo insieme a Cisl e Uil sulla necessità di riprendere il confronto su questi temi con le istituzioni locali e le parti datoriali».