Cambio di residenza? No problem

0
30

Questa si che è una bella notizia, infatti da ieri per effettuare un cambio di residenza basteranno due giorni lavorativi contro i 2/6 mesi previsti fino ad ora. Infatti la pratica potrà essere espletata online, accedendo dal portale istituzionale www.comune.roma.it alla sezione “Cambio di residenza”, oppure recandosi di persona presso il proprio Municipio. In questo caso la residenza verrà cambiata in tempo reale grazie ai software informatici.

L’assessore all’Anagrafe Enrico Cavallari fa inoltre sapere che per presentare la domanda è necessario utilizzare il modello unico ministeriale di dichiarazione anagrafica scaricabile dal portale www.comune.roma.it. La richiesta di cambio di residenza o di abitazione deve essere presentata all’ufficio anagrafico del Municipio competente per territorio con le seguenti modalità: personalmente, ritirando e compilando il modello fornito dal personale addetto allo sportello, oppure con raccomandata, via fax e per posta elettronica ordinaria. Dopo averlo compilato e firmato il modulo, si potrà trasmetterlo con raccomandata o via fax, insieme a una fotocopia completa fronte-retro del proprio documento d’identità valido. Nei prossimi giorni saranno attivati gli ulteriori canali di accesso previsti dalle nuove disposizioni che consentiranno di trasmettere il modulo anche con firma digitale.

I recapiti postali e fax degli uffici anagrafici municipali sono reperibili nelle pagine web dei singoli municipi sul portale di Roma Capitale. Il recapito di posta elettronica presso ogni municipio sarà il seguente: “cambiaresidenza.municipio00@comune.roma.it” dove, al posto di «00», andrà inserito il numero del proprio municipio. Nei 45 giorni successivi alla richiesta di cambio di residenza o di abitazione i vigili effettueranno le verifiche al domicilio dichiarato controllando tutta la documentazione presentata. Entro il 45esimo giorno l’ufficio potrà emettere un preavviso di rigetto della domanda nel caso in cui si accerti che non ci sono le condizioni relative sia all’effettivo luogo di dimora abituale sia agli altri requisiti per l’iscrizione anagrafica, oppure si rilevino delle irregolarità nella richiesta. In questo caso il richiedente avrà 10 giorni di tempo per presentare le proprie osservazioni scritte per evitare l’annullamento della residenza e il ripristino della precedente iscrizione.