PROVINCIA: In bilancio un avanzo di 138 miioni

0
17

Avanzo di Amministrazione di 138 milioni di euro, riduzione della pressione tributaria nel 2011 a 91,1 euro procapite rispetto ai 94,4 euro procapite del 2010, autonomia finanziaria salita all'87,11%. Questi i principali numeri del Rendiconto di Bilancio 2011, approvato dall'Aula consiliare di Palazzo Valentini con 23 voti a favore e 4 contrari. «Aver conseguito un avanzo di queste dimensioni – commenta l'assessore provinciale al Bilancio, Antonio Rosati – conferma la solidità dell'ente, la sua capacità di rendere sempre più efficiente e produttiva la spesa. In 5 anni siamo riusciti a ridurre di circa 300 milioni di euro lo stock complessivo del debito e risparmiare circa 7 milioni di euro all'anno per interessi». Inoltre, Rosati è intervenuto in merito alle risorse finanziarie rese disponibili dal Patto regionalizzato. «Prendo atto delle affermazioni del presidente Polverini di mettere a disposizione degli enti locali circa 300 milioni di euro del Patto regionalizzato per investimenti pubblici nei comuni e nelle province del Lazio, ma abbiamo l'obbligo di velocizzare le procedure perché siamo già in terribile ritardo», ha affermato l'assessore provinciale al Bilancio. «L'assessore regionale al Bilancio Stefano Cetica – ha continuato Rosati – aveva promesso l'approvazione del Patto entro aprile di quest'anno. Invece siamo a maggio e, dichiarazioni alla stampa a parte, l'intera materia è avvolta nel buio più completo. Addirittura c'è il rischio di posticipare la definizione del Patto a settembre, privando per troppi mesi il tessuto produttivo del nostro territorio di importanti risorse economiche in questo momento di difficoltà».