«Contro di me attacchi infondati»

0
26

Ringrazio Cinque Giorni per l’opportunità di rispondere alle polemiche infondate contenute nelle dichiarazioni di alcuni membri dell’opposizione riportate in un articolo dello scorso 5 maggio. Si accusa il Comune e il Municipio di aver “definanziato” il raddoppio di via Boccea e il completamento dell’Auditorium. Queste opere sono già finanziate: i 5,2 milioni per Boccea sono stati già stati stanziati, la gara è stata indetta e aggiudicata e si attende solo l’apertura del cantiere. È ovvio che l’opposizione non trovi ulteriori fondi nel prossimo bilancio: non ne servono altri!

Li abbiamo già impegnati dopo decenni di promesse di altre amministrazioni, ed infatti il cantiere Boccea sta per partire e quello dell’Auditorium è ripartito nel dicembre scorso.

Non se ne sono accorti i consiglieri del Pd? Basta andare in via Albergotti per vedere gli operai al lavoro dentro e fuori la nuova recinzione. Che quest’idea di continuare a mettere soldi per opere già finanziate sia all’origine del debito spaventoso accumulato nel ventennio delle amministrazioni del centrosinistra? Allargamento di via Pineta Sacchetti: ci si accusa di aver diminuito i fondi stanziati dall’amministrazione Veltroni-Filardi.

È un merito: cinque milioni bastano, perché impegnarne di più quando la differenza può essere spostata dove serve (scuole, strade, trasporti, sociale)? Il progetto faraonico di cui si vantano i consiglieri Filardi e Filisio prevedeva la realizzazione di un tunnel, ma venne giustamente bocciato dal Dipartimento Lavori Pubblici: avrebbe chiuso la strada per mesi e paralizzato la viabilità locale. Il nuovo progetto, più snello ed economico prevede l’allargamento a raso; restano le nostre perplessità sull’effettiva validità di un allargamento che porterà comunque all’imbuto di circonvallazione Cornelia.

Con la polemica sulla mancata “apertura del parcheggio Cornelia” l’attuale opposizione sfiora il ridicolo. Quell’opera non è un’incompiuta: progettato durante l’amministrazione Rutelli come parcheggio di scambio per la metro era stato inaugurato da Veltroni nel 2001. Quel “miracolo di tecnologia”, per parcheggiare ogni auto richiedeva 6 minuti, da moltiplicare per 600 posteggi: tre volte è stato aperto e tre volte ha causato ingorghi spaventosi a piazza Giureconsulti.

Nessun privato lo prende in carico: le gare di affidamento vanno deserte. Non è da aprire ma da esecrare, e purtroppo campeggerà ancora a lungo nel pieno centro del Municipio, come monumento alla megalomania di progettisti e amministratori che non sanno badare al concreto. Un’altra polemica sterile è la disinformazione intorno al Forte Boccea. L’opposizione, con slogan fuorvianti e accattivanti come “bene comune”, fa passare il messaggio che il ministero della Difesa voglia regalare l’area al Comune; in realtà cede per fare cassa. Il nostro impegno è garantire lo spostamento nel forte del mercato Urbano II, con nuovi parcheggi e un parco per il quartiere. Questo vogliamo e su questo lavoriamo, ci opporremo senza remore a qualsiasi progetto che non comprenda questi servizi pubblici. Questi attacchi sono infondati, strumentali, fatti da un’opposizione rimasta senza idee, che sfodera le armi della vecchia partitocrazia, criticando sempre l’avversario e negando l’evidenza. Io faccio una politica diversa, senza badare alle ideologie. 

Per questo il Municipio 18 ha voluto e potuto votare contro il piano commercio del Comune, contro i centri commerciali, a favore del piccolo commercio familiare di quartiere; grazie a questa onestà intellettuale, l’anno scorso ho pubblicamente invitato i cittadini a votare contro il nucleare e per l’acqua pubblica.

Da mesi collaboro con associazioni e comitati, non certo di centrodestra, per rimuovere i cartelloni pubblicitari abusivi e i manifesti che deturpano la città: a loro non importa del mio partito e a me non importa del loro, ammesso che lo abbiano. Per noi contano i fatti: Villa Carpegna è stata attrezzata e restaurata; abbiamo realizzato chilometri di marciapiedi a Montespaccato, Casal Selce, Cornelia- Irnerio, Casalotti; riqualificato le piazze a Casalotti (con la videosorveglianza), Montespaccato, Carpegna e Pio IX; abbiamo inaugurato quattro tra scuole e asili nido a Boccea, Casal Selce e Valcannuta; gli sgomberi di abusivi dal Parco del Pineto (che ci accusano di aver abbandonato) sono continui, basta leggere le notizie che pubblichiamo su municipio18.it, e la recinzione è in costruzione; la nuova sede del Municipio fa risparmiare ogni anno

700.000 euro di affitto; centinaia gli interventi per pulire giardini, parchi, discariche e persino tombini in cui abbiamo trovato addirittura delle lire. Ma di tutto ciò qualcuno preferisce non parlare ai cittadini: meglio alzare polveroni, facendosi scudo con comitati e associazioni teoricamente apolitici ma animati in realtà da ex consiglieri, inaciditi da decenni di battaglie ideologiche ormai senza seguito, e membri di partito che puntano a future candidature. 

Daniele Giannini 

Presidente del Municipio 18 Roma Aurelio