Alemanno dichiara guerra alla “sinistra settaria” e va a caccia dei grillini

0
48

Gianni Alemanno è ormai disposto a parlare con tutti, tranne che con quella sinistra settaria che in Aula Giulio Cesare gli sta bloccando la privatizzazione dell’Acea e gli procura ritardi nell’approvazione del bilancio capitolino, ultima spiaggia per racimolare risorse e benefici da distribuire prima delle elezioni. Così ieri, nel corso del convegno Confai, se ne è uscito con la seguente dichiarazione: «Quando capiremo chi sono i grillini romani, non avremo difficoltà a parlare e collaborare con loro nell’interesse della città. Saranno sicuramente una forza meno faziosa e meno negativa dell’attuale opposizione in consiglio comunale».

Ora, capire chi sono i grillini, o meglio il movimento 5 Stelle, non è particolarmente difficile perché basta sfogliare un qualsiasi quotidiano senza andarseli a cercare sul web dove dominano incontrastati. Che poi vogliano fare l’interesse della città è indiscutibile, purché venga annientata l’attuale classe politica, definita razza ladrona nel più benevolo dei casi. Ma che i seguaci del comico genovese vogliano dialogare e addirittura collaborare con Lui significherebbe il suicidio del movimento che ormai a Roma viaggia, almeno dai sondaggi, sul filo del 15% dei consensi. Anzi, con una prospettiva di tal genere c’è rischio che il loro candidato finisca per essere il solo competitor della sinistra nel prevedibile ballottaggio, come è successo a Parma. E allora come interpretare le affermazioni del sindaco? Apertura ai movimenti? Improbabile prossimità di idee e obiettivi con i proclami del Beppe rampante? La nostra impressione è che Alemanno in questo momento sia un po’ confuso, e non dovrebbe visti i sondaggi che lo danno ancora al 52% dei consensi. Ma nel caso quelle rilevazioni si rivelassero sovrastimate (si fa per dire), probabilmente il sindaco pensa già a un ballottaggio dove il voto del movimento potrebbe essere decisivo per la sua vittoria.

Per di più gli stessi sondaggi (non quelli di Alemanno) dicono che i due terzi dei voti grilleschi a Roma proverrebbero proprio da sinistra. Tanto basta perché nell’immaginario di un sindaco senza partito, con un Pdl dal futuro incerto e gli ex aennini in cerca di identità, si adegui all’onda montante dell’antipolitica. Lui che della cosiddetta seconda repubblica è un prodotto certificato.

gl

 

È SUCCESSO OGGI...

Obiettivo quiete e minicar sicure: maxi controlli ai Parioli

E' partita giovedì scorso l'intensa attività di controllo della Polizia Locale, svoltasi prevalentemente in via Filippo Civinini e in Piazza Euclide, ai Parioli: da tre giorni decine di pattuglie sono impegnate nell'area per controllare...

Omicidio vicino Palestrina: gli aggiornamenti

E' stato identificato l'uomo trovato morto questa mattina vicino Palestrina. Si tratta di un 35enne romeno, senza fissa dimora e con diversi precedenti.   Il cadavere è stato rinvenuto verso le 7, nel Comune di Castel...

Trovato morto nel cortile di casa: giallo all’Eur

Si tinge di giallo la vicenda della morte Daniele Stoppello, avvocato da sempre vicino alla comunità Glbt ritrovato morto nel cortile del suo palazzo, in via Cesare Pavese. Sul caso che ha fatto il giro...

Di Serio-Curcio, nuovo incontro con questore su Esquilino

"Ieri sera, insieme alle tante energie positive del rione Esquilino, abbiamo incontrato il questore Guido Marino per il secondo di una serie di incontri finalizzati a focalizzare ed affrontare le questioni di sicurezza del...
Controlli dei Carabinieri auto notte movida

San Basilio, duro colpo dei carabinieri alla piazza di spaccio

E’ un duro colpo alle piazze di spaccio nel quartiere San Basilio quello assestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Montesacro che hanno individuato un’abitazione utilizzata come centro di stoccaggio della droga...