Assicurazioni di Roma, dopo i sindacati anche i Consumatori

0
27

Dopo le denunce dei sindacati su quanto sta accadendo in Assicurazioni di Roma, società controllata dal Comune, ieri sono arrivate anche anche quelle di Federconsumatori, che ha chiesto l’intervento della ISVAP (organismo di controllo sull'operato delle assicurazioni) e del Ministero delle Attività Produttive per le nuove nomine e per i conflitti di interesse.

Per questo, il consigliere del Pd Massimiliano Valeriani ha chiesto che le commissioni assembleari competenti di Roma Capitale facciano chiarezza ascoltando i vertici dell’azienda. Ora pare, secondo Federconsumatori, che il nuovo direttore generale di fresca nomina non risulti in possesso dei requisiti richiesti dall'Isvap, inoltre ad un componente del Consiglio di Amministrazione sarebbe stata affidata la delega alla riassicurazione, crendo così una singolare coincidenza tra controllore e controllato desta sgomento».

Naturalmente, aggiungono Trefiletti e Simonetta Cervellini, presidenti della Federconsumatori Nazionale e Regionale «il vecchio direttore generale rimane con contratto di consulenza per altri due anni dopo aver intascato una buonuscita di un milione di euro, mentre il nuovo riceve un compenso annuo di 240.000 euro». Non si può tacere e non possono tacere, proseguono gli esponenti di Federconsumatori, gli organi che «hanno poteri e doveri rispetto a questa vicenda. Ad essi chiediamo di verificare rapidamente gli ultimi atti relativi ad Assicurazioni di Roma ed annullarli. L'invito perentorio è rivolto in particolare al presidente dell'Isvap ed al ministro delle Attività Produttive».

cinque