Un nuovo look da 290mila euro

0
22

Servizio di rinnovo e riordino dell’identità visiva del Servizio Sanitario della Regione Lazio”. Mentre vi state chiedendo cosa significa questa fumosa e burocratica formulazione, sappiate che si parla di un bando di gara della Regione.

Per la precisione del Dipartimento istituzionale e territorio attività della presidenza – Area comunicazione e relazioni esterne, che presumibilmente spenderà 290mila euro così suddivisi: 30mila per la ideazione e la realizzazione della grafica del logo integrato; 70mila per la realizzazione del brand system; 130mila per consulenza. De che è tutto da vedere. Per stare “tera tera” i 290mila euro verranno spesi per dare una ripulita all’immagine del sistema sanitario regionale. Magari diminuiscono i posti letto, forse chiude qualche ospedale ma quelli che restano avranno sicuramente una “visual” migliore, più accattivante. Oseremmo dire un “appeal” più moderno e trendy.

In genere queste sono operazioni che fanno le aziende che operano sul mercato e che devono migliorare la propria attrazione sui consumatori, ma nel caso degli ospedali: la gente tende ad andarci quando ne ha bisogno e non perché qualcuno ha realizzato il brand system di identità visiva. Figuratevi quanto gliene frega al cronico o all’acuto del logo della sanità laziale a quasi 600 milioni di vecchie lire. Stravolto, come nell’urlo di Munch, sembra gridare: «Datemi qualche letto e qualche infermiere in più».

Balthazar