Italo, dopo Tiburtina apre casa a Ostiense. Ma è polemica: «messi in gabbia da Rfi»

0
45

Dopo l’inaugurazione a Tiburtina di “Casa Italo”, hub principale dei treni ad Alta Velocità, arriva nella sede dell’ex Air Terminal di Ostiense un nuovo centro servizi per i viaggiatori NTV. Sarà infatti operativa da domani la stazione Italo di Ostiense.

Il terminal, di circa mille metri quadri di area, permetterà a Ntv di servire le zone a sud e sud ovest di Roma, distanti sia da Termini sia da Tiburtina: dall'Aventino a San Paolo, da Marconi, a Garbatella, Eur, Ardeatino, Laurentino, Trastevere, Ostiense, Trullo, Magliana, Gianicolense, fino a Monteverde.

Una stazione d’interscambio, con parcheggi e servizi a pochi metri dal treno e direttamente accessibile in pochi secondi da Casa Italo, la cui comodità rischia tuttavia di essere vanificata dalle barriere architettoniche artificiali di Rfi, società del gruppo Ferrovie dello Stato, poste proprio di fronte a Casa Italo. «Non mi aspettavo dopo 40 anni di onorato lavoro di finire in una gabbia – denuncia Giuseppe Sciarrone, ad di Ntv – Per imprecisate ragioni di sicurezza Rfi ha infatti deciso di realizzare un'alta recinzione, proprio di fronte a Casa Italo e sbarrare così il passaggio ai binari. Chi vuole raggiungere i treni è quindi costretto ad una scomoda e complessa, quanto inutile, gimkana, tra scale e sottopassaggi» che, secondo l’ad, costringe a impiegare «invece di pochi secondi, 7-8 minuti».

Per questo, ha concluso il manager, «abbiamo richiesto l’intervento del Comune a tutela dei cittadini rappresentati e fatto ricorso all'Ufficio perla Regolazione dei Servizi Ferroviari. Contiamo che in pochi giorni prevalga la ragione».