Rifiuti, il vertice conferma i dubbi. Resta l’ipotesi “estero”

0
47

Confermati i dubbi su Pian dell'Olmo, bisogna cercare un'altra strada per il sito della discarica destinata a sostituire Malagrotta. O almeno un'alternativa valida. Il primo passo è indagare sui 12 siti indicati dalla Provincia di Roma, che si vanno ad aggiungere così ai sette già elencati dalla Regione. E se non dovesse servire, si può ricorrere sempre all'estero.

E' quanto uscito fuori dal primo vertice interistituzionale sull'emergenza rifiuti tra il neo commissario Sottile, il Comune di Roma, la Provincia di Roma e la Regione Lazio. Riguardo all'individuazione del sito per la discarica provvisoria, Sottile ha detto ai giornalisti: «Voi dovete svolgere una funzione positiva nei confronti dell'opinione pubblica: stiamo parlando di una discarica provvisoria e chiamata a ricevere, esclusivamente, rifiuto trattato, come dice l'ordinanza; non si tratta di tal quale, il rifiuto trattato significa che e' una materia che ha perso tutte le caratteristiche negative. E' difficile trovare una soluzione – ha continuato il commissario rispondendo a una domanda – perche' c'e' una certa preoccupazione dell'opinione pubblica, che in parte e' giustificata, in parte no perche' trattandosi di materiale trattato e' materiale inerte».

A chi gli faceva notare la necessità però di potenziare gli impianti di trattamento il commissario ha ribattuto: «Bisogna certamente potenziare, e penso che verra' fatto, e ci attiveremo e mi attivero' per gli impianti di trattamento dei rifiuti. La parte residua, che e' anche un po' di piu' di mille tonnellate, continuera' ad andare per il momento a Malagrotta -ha sottolineatopoi, una volta che sara' aumentata la differenziata e dunque diminuira' la quantita' di rifiuto e verranno potenziati gli impianti, dovremmo arrivare al risultato ottimale di non avere piu' il tal quale». Dopo il rinvio dell'audizione, prevista inizialmente per ieri, in commissione parlamentare d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti, il commissario Sottile ha affermato che "certamente" andra' a parlare anche con la commissione. E a chi gli chiedeva in che clima si fosse svolto il vertice di oggi con Polverini, Zingaretti e Alemanno, Sottile ha risposto con una battuta: «Il clima era ottimo, 23-24 gradi». Riguardo all'ipotesi di trasferire i rifiuti della capitale all'estero ha ribadito che «Quella proposta non lanciata e mi pare da perseguire. A Napoli sta funzionando». La discarica «di Malagrotta sicuramente verra' prorogata» ha poi affermato il commissario ai rifiuti Goffredo Sottile.

La discarica di Malagrotta sara' dunque prorogata oltre il termine previsto del 30 giugno. A chi gli chiedeva se verra' trovata la quadra nei prossimi giorni, il prefetto ha risposto che sicuramente la proroga di Malagrotta ci sara' ma ha aggiunto ironico che «la quadra e' un po' piu' difficile». «Non abbiamo deciso nulla, ma stiamo lavorando» – ha affermato il presidente della Regione Lazio Renata Polverini, al termine del vertice sui rifiuti e anche il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha confermato: «Nessuna decisione, stiamo lavorando».