Acea, manca numero legale in aula: domani in seconda convocazione

0
26

Si è chiusa per mancanza del numero legale ed è stata aggiornata in seconda convocazione domani, dalle 10 alle 17, l'assemblea capitolina sulla delibera 32 che prevede la vendita del 21% di Acea da parte del Comune di Roma.

Duro il commento del consigliere capitolino del Pd Athos De Luca: «È inammissibile che durante la discussione in Aula Giulio Cesare, che dura oramai da due mesi, per la vendita del 21% di Acea, il Sindaco non si sia mai presentato in assemblea. Ha mandato i suoi allo sbaraglio, senza mai metterci la faccia, lasciando nella confusione più completa la sua intera maggioranza, che non sa che pesci pigliare sul maxiemendamento, viste le spinte che giungono dalle varie correnti interne e soprattutto dal gruppo dei rampelliani».

«Prova ne sia – ha precisato De Luca – che anche questa mattina, per l’ennesima volta è mancato il numero legale in aula e così la commedia, messa in scena da questa maggioranza, continuerà domani, con un palcoscenico vuoto e senza interpreti».

«Non vorremmo inoltre – ha concluso il rappresentante del Pd – che il sindaco, con il suo viaggio in Grecia, abbia dato inizio ad un giro di ricognizione, come un vero e proprio piazzista, per vendere l’Acea, un bene comune, che Alemanno si appresta a scippare a tutti i romani».