Pup, stop al parcheggio di Via Albalonga

0
37

Il contestatissimo parcheggio di via Albalonga, nel quartiere Appio, non si farà più. Alla fine, davanti al disastro di un cantiere fermo da mesi e, a sentire i residenti, pericoloso per la stabilità degli edifici dell'area interessata, s'è dovuto arrendere anche il sindaco di Roma Gianni Alemanno. Che nella sua veste di Commissario straordinario all'emergenza traffico e parcheggi giovedì scorso ha firmato una ordinanza in cui si pronuncia "la decadenza" della convenzione che affidava alla società Edilizia del Mare del Sole srl la costruzione e la gestione del parcheggio interrato in via Albalonga su terreno di proprietà del Comune di Roma.

Una vittoria per i cittadini che sin dall'inizio della vicenda, nel 2009, si sono battuti perché il pup non si facesse, denunciando fra le altre cose la mancata esecuzione di indagini specifiche sulle caratteristiche delle fondazioni dei fabbricati. Il cantiere aveva inoltre prodotto, sempre stando alle rilevazioni dei residenti rese note al Campidoglio, «lo stato di pericolo in corrispondenza degli attraversamenti pedonali per scarsa visibilità, la scarsa pulizia della strada e delle catidoie, l'esecuzione di lavorazioni rumorose di sabato e di domenica». Inoltre la società concessionaria, il cui proprietario Di Veroli è stato peraltro arrestato nel giugno 2011 nell'ambito dell'inchiesta legata all'ex presidente di Confcommercio Pambianchi, non ha versato quanto dovuto per l'acquisizione del diritto di superficie. Una inadempienza, che unita «alle gravi situazioni di degrado del cantiere», ha indotto Alemanno alla decadenza della concessione.

cinque