Pup, anche il Pdl contro il Comune

0
25

Venerdì scorso Repubblica dava notizia dell'allestimento di un gazebo per dire no al progetto comunale del parcheggio sotterraneo di via della Giuliana. Il fatto curioso è che ad allestirlo non siano i residenti della strada o i soliti No Pup, ma esponenti del Pdl che certamente non si è mai opposto pubblicamente al piano parcheggi sotterranei se non per bocca di qualche suo singolo esponente.

Altra curiosità è rappresentata dal fatto che il gazebo campeggia n largo Trionfale, all'incrocio con via della Giuliana, via Andrea Doria, viale delle Milizie e via Leone IV, mentre l'autorizzazione all'occupazione di suolo pubblico è stata richiesta addirittura dal capogruppo capitolino del Pdl, Luca Gramazio, non agli uffici del municipio XVII, ma direttamente al Gabinetto del sindaco. Come se non bastasse, scrive ancora Repubblica, all'iniziativa hanno aderito, come riportato dai volantini, alcuni parlamentari del Pdl, tra cui il senatore Domenico Gramazio, padre di Luca.

Durissima la reazione della ditta appaltatrice, la CAM già coinvolta nel Piano Urbano parcheggi e nota anche dalle cronache di questo giornale per la contestata delibera che prevede l'abbattimento dei mercati di magna Grecia, Antonelli e via Chiana per il quale ultimo le procedure sono state già avviate con il consenso degli esercenti associati. «È assurdo che esponenti di tutti i partiti si oppongano alla costruzione di nuovi parcheggi, al solo scopo di raccogliere mini-consensi elettorali», anche se i cittadini i parcheggi li vogliono, scrive la Cam Srl, la quale tuttavia pone anche un problema politico e chiede che l'amministrazione comunale dica «con chiarezza se tutti gli appartenenti alla stessa maggioranza sono d'accordo su quanto più volte affermato» dal sindaco e dal delegato ai parcheggi Vannini.

gl