Acea, seduta decisiva bloccata dal Consiglio di Stato

0
114

 Si doveva tenere oggi la seduta decisiva per votare la delibera 32 sulla cessione del 21% delle quote Acea da parte del Comune. Un provvedimento che ha suscitato numerose proteste. L'entrata del Comune è stata infatti occupata da una trentina di attivisti del movimento in difesa dell'acqua pubblica "Roma non si vende".

"Abbiamo bloccato l'ingresso del Campidoglio – hanno spiegato i manifestanti – e non andremo via da qui finché non ci faranno entrare a seguire la votazione in Consiglio sull'Acea". "Sono tre giorni che chiediamo di assistere e, nonostante sia aperta al pubblico, non ci permettono di salire – ha aggiunto Bartolo Mancuso, del movimento – Per questo stiamo occupando l'accesso al Palazzo Senatorio schierandoci sulle scale davanti al portone". Le forze dell'ordine hanno tuttavia sgomberato di forza la scalinata di palazzo Senatorio, malgrado l’opposizione dei comitati. Tensioni si sono registrate tra la polizia e il gruppo di attivisti.

Ma a bloccare la votazione è stata la decisione del Consiglio di Stato che ha accolto il ricorso dei consiglieri di opposizione Gianluca Quadrana (lista civica per Rutelli), Francesco Smedile (Udc) e Gemma Azuni (Sel) contro la procedura che aveva portato allo slittamento di 50mila ordini del giorno. Conseguenza immediata è lo stop ai lavori del consiglio comunale, che non potrà procedere oggi alla votazione della delibera.

Il sindaco Gianni Alemanno ha preso atto  della decisione del Consiglio di Stato di sospendere temporaneamente l’approvazione della delibera su Acea e ha annunciato che l'Avvocatura del Comune ha presentato istanza affinché la riunione della V sezione che deve decidere definitivamente della sospensiva, venga anticipata il più possibile in modo da non ritardare oltre l’iter di approvazione della delibera di bilancio.

È SUCCESSO OGGI...

Caput Mundi, arriva il gioco ispirato a Mafia Capitale⁩

Due avvocati di Roma appassionati di giochi di società, agli albori dell’inchiesta su “Mafia Capitale”, colpiti e ispirati dal continuo saccheggio della città eterna ad opera di politici, funzionari e criminali organizzati, hanno deciso di...
Terremoto, nuove scosse nel centro Italia

Forte scossa di terremoto tra Lazio e Abruzzo: torna la paura

Una forte scossa di terremoto ha fatto tornare la paura tra Abruzzo e Lazio. Il sisma e' stato rilevato tredici minuti dopo le 4 del mattino. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e...

Anguillara, esplosione in una villa: feriti e paura

Intorno alle 8.30, probabilmente per una fuga di gas, si e' verificata un'esplosione all'interno di una villetta ad Anguillara Sabazia, in via grotte di Castellana.   La deflagrazione e' avvenuta all'interno dell'appartamento al piano terra, dove...

Lazio Ambiente, mancano dalle casse 12,5 milioni dei Comuni

Lazio Ambiente deve rimanere pubblica, si sono sgolati a dire sindacati e Comuni anche dopo il semi accordo con la Regione che di fatto ne rallenta la valorizzazione come aveva invece deciso  inizialmente il governatore...

Storace insiste: «Zingaretti vuole anticipare le elezioni regionali»

E’ da qualche giorno che il vicepresidente della Pisana Francesco Storace batte sullo stesso tasto: Zingaretti vuole anticipare le elezioni regionali nel Lazio a novembre in concomitanza con le elezioni regionali in Sicilia. La...