De Palo lancia la sua “non lista civica\”

0
76

L'assessore con i sandali è andato l'altro ieri a "OL3" e non buca la prima uscita della sua lista civica che "non-sarà-una-lista-civica", dice. Non ora, almeno. Auditorium del Massimo pieno, tanti volontari e persone provenienti dalla galassia cattolica, organizzata e non. Palco che ammicca alle adunate del rottamatore Renzi: un tavolino basso da salotto e un paio di divani dove, oltre all'assessore (sandali di ordinanza, pantaloni beige, camicia nera, ma è solo un caso!) siedono ragazzi in maglietta nera anche loro, con logo della lista (pardon) dell'associazione, che si alternano con interventi che ricordano il fortunato format Saviano-Fazio. De Palo apre. Il filo conduttore è GPII e l'esperienza dei "ragazzi di Tor Vergata".

I Papa boy di Giovanni paolo secondo dei quali De Palo fu partecipe e promotore quando si dedicava solo alle Acli e alla penitenza lontano dalle trame di potere capitoline. La “bellezza che cambia il mondo” è la parola d'ordine suggestiva ma vuota; il rifiuto dell'ideologia «che impedisce di risolvere i problemi» è invece il refrein ossessivo di cui è infarcito il discorso dell'assessore, così come gli altri interventi a comando, probabilmente nel tentativo inconscio di scusarsi, soprattutto verso se stesso per la sua scelta di impegno politico a fianco della destra romana che lo ha costretto (?) a scelte amministrative che il pienone dell'Eur non può far dimenticare. Insomma: video, interventi, pezzi recitati, con pochi scivolamenti verso la retorica oratoriale.

Format non originale ma sicuramente azzeccato. Soprattutto, buon coinvolgimento. Un'operazione che si può dire riuscita se non si tornasse sempre al punto di partenza. Anche se De Palo lanciando la campagna "AL3 vie" – raccolta di esempi di speranza nella città – ha sottolineato che OL3 non è una lista civica, «non ora», il problema resta sempre quello: come può tanta 'bellezza', per usare uno dei leit motiv della serata, allearsi con una destra nostalgica e che, per non essere ideologici come chiede l'assessore, ha fondato la propria azione amministrativa sulle cricche?

cinque

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

De Palo, i fan di Fb e una domanda : Chi finanzia l’ambaradan di Ol3?

È SUCCESSO OGGI...

roma

La truffa dei finti poliziotti: un altro caso a Roma

Con tanto di lampeggiante blu sul tettino, in piena notte, fermavano le auto in transito a Tor Bella Monaca e, spacciandosi per poliziotti, fingevano di effettuare dei controlli,  depredando le persone dei loro averi. Quando sono...

Presa a pugni dal compagno, si difende con un frigorifero

Un frigorifero dietro la porta e la chiamata al 112: così si è difesa dal suo aguzzino una donna di 46 anni che, in un anno e mezzo di convivenza, aveva già perdonato  il...

Si mangia e beve a Marino: arriva il Castelli Food Truck Festival

Partirà sabato 29 aprile e proseguirà fino a lunedì 1° maggio l’evento denominato CASTELLI ROMANI FOOD TRUCK FESTIVAL, proposto e realizzato dall’Associazione “La Stanza delle meraviglie” in partenariato con l’Assessorato alle Attività Produttive del...

Castelli Romani devastati dalle gelate, compromessi i raccolti della frutta. Bruciati ettari di vigneti

“Il bilancio dei danni è pesantissimo. Vigneti, piantagioni di kiwi, frutteti, ortaggi. Una vera e propria caporetto per la nostra agricoltura. E dire che non abbiamo ancora finito il monitoraggio sul territorio e i...
Stadio della Roma

Stadio della Roma, De Vito: «La società non ha ancora inviato il progetto»

Il Comune di Roma è ancora in attesa di "determinazioni e progetti da parte della società Roma" a proposito del nuovo stadio. A spiegarlo all'agenzia Dire il presidente dell'Assemblea capitolina, Marcello De Vito, a margine...