De Palo, i fan di Fb e una domanda: chi finanzia l’ambaradan di Ol3?

0
50

E' davvero con grande e fraterno gaudio che pubblichiamo alcuni generosi commenti apparsi sulla pagina facebook di Cinque Giorni, dopo che ieri avevamo dato in seconda pagina e con il meritato risalto, notizia della nascita dell'associazione OL3, sorta due giorni fa dalla costola dell'assessore De Palo. Nell'invitare i lettori che non l'avessero ancora fatto a rileggersi quell'articolo , dobbiamo tuttavia esprimere la nostra delusione per un consenso elettronico davvero vasto (qui solo esemplificato), ma al di sotto delle nostre aspettative. Ingenuamente o forse ottenebrati da una peccaminosa ambizione, ci illudevamo di venir sopraffatti da una reazione più vandeana, più integralista e reazionaria in considerazione delle attuali frequentazioni del sandaluto e penitente assessore che in tempi di scontri politici ben più aspri di quelli attuali, sarebbe stato definito (senza tema di querela) clerico/ fascista.

La sorte ha voluto poi che er ciavatta si fosse davvero recato da monsignor Vallini, come abbiamo scritto sempre ieri, per accompagnare il suo devoto (anzi devotissimo) sindaco, giusto per fare quattro chiacchiere con sua eminenza ed ottenerne conforto e la pastorale benedizione. Soprattuto nell'approssimarsi delle elezioni che potrebbero segnare la nefasta sconfitta di Alemanno ed il definitivo abbandono (con grande soddisfazione dei credenti) della politica da parte di De Palo, il quale comunque non lascerà alcun segno tangibile, alcuna sia pur flebile traccia del suo passaggio negli annali del Campidoglio.

Eppure fra tanti apprezzamenti ricevuti, tanti incoraggiamenti dei fedelissimi Depaliani (con sandali o senza) ormai lanciati in quella grande impresa di fede ed evangelizzazione, nessuno (dico nessuno) ci ha voluto dare la risposta più semplice (elementare) al quesito che avevamo posto nell'articolo: chi paga tutto l'ambaradan di Ol3? Lo slancio di una indomita fede o le opime casse elettorali del sindaco? Sorge quindi spontaneo il quesito "quale utilità ricava l'uomo da tutto l'affanno per cui fatica sotto il sole?" (Qoelet 1-3)

gl