Arpa Lazio, i lavoratori precari riprendono servizio

0
22

Riprendono servizio oggi 16 Luglio i 22 collaboratori a tempo determinato dell’ARPA Lazio il cui contratto, scaduto il 30 Aprile scorso, non era stato possibile rinnovare, mettendo così parzialmente a rischio i controlli ambientali in tutto il territorio regionale.

"Si tratta di un risultato di cui siamo molto soddisfatti – dichiarano dall’ARPA Lazio Corrado Carrubba e Giovanni Arena – perché ci consente di portare avanti con maggiore efficacia le numerose attività di monitoraggio in cui l’Agenzia è impegnata, alcune delle quali (si pensi ad esempio ai controlli sulla balneazione o a quelli sull’inquinamento acustico) richiedono particolare attenzione proprio nel periodo estivo. Va inoltre ricordato che questo rinnovo contrattuale è stato ottenuto anche grazie ad un confronto serrato e costruttivo che ha riguardato i vertici dell’ARPA Lazio, i sindacati e le strutture della Regione Lazio, in particolar modo gli assessorati all’Ambiente e al Personale.

Questo primo risultato, per quanto importante, non risolve però definitivamente i problemi di organico che affliggono l’Agenzia: l’impegno di tutti è adesso rivolto all’individuazione di politiche del personale che garantiscano all’ARPA Lazio sicurezza e stabilità nel lungo periodo, poiché solo così è possibile tutelare al meglio l’ambiente del Lazio e la salute dei cittadini. A questo proposito, vertici e sindacati dell’Agenzia stanno già lavorando all’adozione di un piano triennale delle assunzioni, mentre alla Regione Lazio è stato chiesto di valutare la possibilità di attivare un percorso di stabilizzazioni per i precari dell’ARPA così come avvenuto nel settore della sanità regionale".