Aeroporto Da Vinci, pronto il progetto Adr: 2 nuove piste e scalo ecologico con pannelli solari

0
27

Due nuove piste, un polo formativo e archeologico, 650mila metri quadrati di Terminal e attenzione all'ambiente: con l'85 per cento di energia autoprodotta e una riduzione generalizzata dei consumi. Punta ad essere un "green airport" il nuovo scalo Leonardo da Vinci. Il master plan definitivo di come sará il nuovo aeroporto nel 2044 é stato presentato stamattina nella sede di Confindustria dal presidente di Adr Fabrizio Palenzona e dall'amministratore delegato Lorenzo Lo Presti.

Al centro del progetto il risparmio energetico. Nel nuovo polo di Fiumicino, che si amplierà verso nord, ci saranno vetrate speciali che funzioneranno da pannelli fotovoltaici, una centrale di cogenerazione, un trenino elettrico su monorotaia e una nuova stazione ferroviaria. Le aree da espropriare per il nuovo scalo – spiegano da Adr – sono state ridotte di circa 100 ettari e l'accessibilitá all'aeroporto sará garantita da nuove strade e una ferrovia. Adr stima che il 50 per cento dei passeggeri raggiungerà il nuovo terminal, a forma di "H" con mezzi pubblici. Si prevedono, infatti, 170 collegamenti ferroviari giornalieri.

Ci sará un "ground trasportation center" dove confluiranno tutti i sistemi di accesso. A questo si aggiungeranno 200 piazzole aeromobili di cui 1500 con pontili d'imbarco e 65mila metri quadrati di aree commerciali. Sono previste nuove infrastrutture anche nella zona dell'attuale scalo (Fiumicino): 89 nuove piazzole, 150 metri quadrati di nuovi terminale e 20mila di nuove aree commerciali.