Coppie di fatto, «I romani dicano al sindaco cosa pensano»

0
35

"Mentre un recente sondaggio effettuato da Digis rileva che il 71% degli italiani è favorevole al riconoscimento delle coppie di fatto, il sindaco Alemanno esprime una posizione di totale chiusura a riguardo, definendole addirittura “contro la vita e la natura di Roma”, assieme al testamento biologico. I cittadini romani hanno un modo semplice e immediato per testimoniare che il loro pensiero su famiglie di fatto e biotestamento è ben più articolato di quello del primo cittadino: firmare i due quesiti a tema compresi tra gli otto referendum che proponiamo". Lo affermano i componenti del comitato Roma Sì Muove, Mario Staderini, Angelo Bonelli e Umberto Croppi, promotori degli otto referendum su diritti, trasporto pubblico, verde e costi della politica nella Capitale.

"Se c'è qualcosa contro la volontà dei romani – proseguono – è proprio l'operato del sindaco Alemanno, che aveva chiesto l'inammissibilità del quesito sulle famiglie di fatto, a smentirlo ci hanno pensato le migliaia di persone che in queste settimane hanno già firmato per i referendum. I nostri otto quesiti sono uno strumento di democrazia dal basso che possono utilizzare tutti i cittadini romani – concludono – anche gli elettori di centro desta che vogliono mandare un segnale al sindaco".