Carceri, Garante: 7.068 detenuti Lazio, 2.200 più dei posti disponibili

0
57

 

"Continuano a crescere i detenuti reclusi nelle carceri del Lazio. Secondo il Dap, il 28 agosto i reclusi presenti nei 14 istituti della Regione erano 7.068, oltre 2.200 in più rispetto ai 4.838 posti disponibili e ben 33 in più rispetto all’ultima rilevazione diffusa, solo due settimane fa". Il dato è stato reso noto dal Garante dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni che ha invitato a guardare oltre le cifre: "A Regina Coeli i detenuti in sovrannumero sarebbero circa 300, ma non si tiene conto che sono state chiuse due sezioni, la V e la VI, e dunque i posti disponibili sono molti di meno. A Velletri per accogliere i nuovi giunti è stato aperto anche il terzo piano del nuovo padiglione detentivo ed anche a Paliano, considerata un’oasi immune dal sovraffollamento, per la prima volta da molto tempo le presenze sfiorano effettive sfiorano i posti disponibili".

"Nelle 206 carceri italiane sono recluse 66.138 persone (2.834 le donne) a fronte di 45.588 posti disponibili. Nel Lazio sono reclusi 6.595 uomini e 466 donne. – continua la nota – I detenuti stranieri sono quasi il 40%. Ulteriori spunti di riflessione sono dettati dalle posizioni giuridiche dei reclusi. Quasi la metà è, infatti, in attesa di giudizio definitivo. Di questi, quasi il 60% è rappresentato da detenuti stranieri. Numeri sempre più preoccupanti perché si sommano alla cronica carenza di risorse finanziarie – necessarie a garantire il funzionamento degli istituti e le manutenzioni ordinarie – e a quelle di personale". "Come ogni estate – ha detto il Garante – il personale di polizia penitenziaria si assottiglia per il necessario e doveroso godimento delle ferie. Non è infrequente imbattersi, all’interno delle carceri, in padiglioni con più sezioni controllate da un solo agente. Una situazione, questa, che produce l’autogestione da parte dei detenuti".

"Ormai non ha più senso – ha concluso Marroni – parlare di presenze record visto che ogni rilevazione è superiore alla precedente. Ma non sono solo i numeri a renderci pessimisti: in questi abbiamo registrato molti casi di persone di scarsa pericolosità sociale costrette, dopo tempo, a tornare in carcere per scontare residui pena di poche settimane o addirittura di persone malate che in cella proprio non dovrebbero stare. E’ sotto gli occhi di tutti che una legislazione che produce troppo carcere e i lunghi tempi della giustizia hanno creato un corto circuito che sta portando al collasso il sistema. In queste condizioni, era inevitabile che ogni misura adottata, in questi anni, dai governi per ridurre il sovraffollamento si rivelasse inefficace".

È SUCCESSO OGGI...

Rubano un motorino e scappano: fermati dai poliziotti, li aggrediscono

Due gemelli 17enni di origine peruviana, con un ricco curriculum criminale alle spalle, approfittando dell’ora, le 5.30 del mattino, ieri si sono recati in via Domenichini a Roma, una strada chiusa utilizzata dai residenti come parcheggio...

Ruba vestiti in un negozio sportivo e scappa

Gli agenti della polizia di Stato della Sezione Nibbio, in servizio di pattuglia con le moto, intervenuti ieri pomeriggio a Roma in via del Corso per la segnalazione di un furto, hanno arrestato un...

Villa Ada a fuoco: incendio nel parco

Venerdì sera un principio di incendio (sicuramente di origine dolosa) sprigionatosi accanto a delle panchine in un boschetto non lontano da uno degli ingressi di Villa Ada, sulla via Salaria di Roma, ha rischiato...

Da una borgata all’altra in motorino per spacciare cocaina

É stato bloccato dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Fidene Serpentara, a bordo del suo scooter in Via Ugo Ojetti, con 426 dosi di cocaina pronte ad essere smerciate al Tufello, borgata...

Un weekend di musica e arte ad Anguillara: arriva il Festival InStradArti

Si annuncia come un vero e proprio happening culturale la tre giorni del Festival InStradArti in programma nel centro storico di Anguillara Sabazia dal 30 giugno al 2 luglio. Un grande evento che mette insieme musicisti, attori, artigiani...