Centrodestra, a Viterbo neanche Santa Rosa farà il miracolo

0
24

A Viterbo, tradizionalmente, tutto succede dopo Santa Rosa. Cioè dopo il “trasporto” della macchina e la grande festa del 3 settembre (ieri ndr). Mentre scriviamo tutto è pronto ed i facchini confermano che: “il trasporto si farà e sarà un gran trasporto” nonostante la minaccia meteo ma da oggi riprenderà a scorrere senza tregua il fiume delle polemiche.

Il sindaco PDL Giulio Marini sembra non aver più la maggioranza in consiglio comunale. Il bilancio non è stato approvato e soprattutto all’interno della sua stessa maggioranza, gli piovono addosso pressanti richieste di dimissioni. La reazione del sindaco non si è fatta attendere. «Intanto pensiamo a Santa Rosa poi si vedrà».

In realtà, dal punto di vista tecnico, nulla obbliga Marini a farsi da parte ma da quello politico, indubbiamente lo smacco è stato grosso. Sembra insanabile la frattura con l’ex sindaco Gabbianelli che nel suo attuale incarico di Presidente del Consiglio Comunale, sicuramente non ha fatto nulla per facilitare la vita dell’attuale primo cittadino. Gli ha pubblicamente detto di non conoscere i conti della propria amministrazione mentre Marini ha ricordato, sempre “erga omnes”, che la sua amministrazione non è responsabile dei problemi economici e di bilancio ed ha rispedito accuse e sospetti al mittente. Solo per inquadrare il problema giova ricordare che il centrodestra a Viterbo governa ininterrottamente da 5 consiliature e nulla fa pensare che anche tornando alle urne in situazione di grande litigiosità, non ne esca vincente.

Nel campo delle opposizioni, come è naturale effervescente clima di attesa con due spunti di novità ed ottimismo. Il primo è rappresentato dalle primarie che potrebbero ottenere l’effetto di lanciare qualche nome effettivamente nuovo, l’altro invece, è rappresentato da un clima di buona collaborazione con i centristi dell’UDC che a Viterbo possono sempre contare sul largo consenso elettorale di Nando Gigli. Insomma fino a ieri Santa Rosa ha fatto il miracolo di far stare tutti insieme, da oggi ci si aspetta che il PDL viterbese cominci una guerra fratricida senza esclusione di colpi.

carlitos