Ponte Milvio, rimossi i lucchetti dell\’amore

0
24

“Finalmente”. È stato questo il termine più utilizzato dai presenti, oggi durante la rimozione dei lucchetti a Ponte Milvio. L'evento era atteso da mesi, da quando il 14 dicembre scorso il Consiglio del Municipio XX aveva votato un documento che stabiliva che i famosi lucchetti dell’amore dovessero traslocare.

Questa mattina, alle 11.00, sul ponte si sono presentati due operai del municipio che hanno consegnato al presidente Giacomini, con tanti di fascia giallorossa,  le cesoie necessarie per la rimozione dei lucchetti.

"Una operazione necessaria sia per dare seguito alla volontà del consiglio municipale che per cominciare a combattere sul campo il degrado di Ponte Milvio. qui non possono più restare per motivi di decoro, perché il ponte è rovinato da tutti questi lucchetti e dalle scritte", così il presidente Giacomini ha commentato la rimozione dei lucchetti con ancora le cesoie in mano.

Una rimozione in pompa magna che ha lasciato perplesso il consigliere Pd Daniele Torquati: “Vigili, consiglieri, operai. Un dispiegamento di forze inutile per un’operazione che doveva essere di normale amministrazione. Giacominia corto di successi, cerca di apparire sui giornali per una questione che non ha nulla a che vedere con l’interesse pubblico”. “Vorremmo sottolineare – ha quindi precisato Torquati – che il testo votato dal Consiglio del XX Municipio per la rimozione dei lucchetti è stata un’iniziativa del Gruppo del PD, ma che comprendeva cose ben più importanti  per il contrasto del degrado diffuso e la rimozione dei marciapiedi “fai da te” nella zona di Ponte Milvio. Pensavamo che il fondo si fosse toccato con il sopralluogo del Sindaco, dello stesso Giacomini e dello scrittore Moccia che è avvenuto il Dicembre scorso, ma al peggio non c’è mai fine”.

Intanto i sospirati lucchetti per il momento saranno ospitati e coccolati nella sede del XX municipio in attesa che con la Sovrintendenza decida dove posizionarli.