Federazione della Sinistra, ecco le 54 proposte per Roma

0
26

La federazione della Sinistra (Comunisti Italiani e Rifondazione) ha presentato in conferenza stampa le “54 proposte per cambiare Roma”. Le proposte che costituiscono il programma elettorale della Federazione saranno sottoposte ai cittadini nei gazebo che la FdS allestirà nei municipi e online sul sito http://50proposte. wordpress.com dove chiunque potrà votarle, commentare, presentare altre idee.

Un programma che chiede discontinuità anche con le precedenti esperienze amministrative del centro-sinistra, ad esempio con la revisione del Piano Regolatore ed in controtendenza rispetto alle politiche recessive del governo Monti, ad esempio sulle privatizzazioni e il patto di stabilità. Fra le proposte i relatori hanno insistito su un piano per l’occupazione basato sulla riconversione ecologica e sociale (agricoltura, rifiuti, energia, trasporti, commercio) e sulla diffusione di cultura e conoscenza, guardando a Roma come polo dell’innovazione e della produzione culturale e ad una redistribuzione del reddito con la riforma della fiscalità locale con l'abolizione dell’IMU per i redditi bassi, l'addizionale Irpef progressiva, esenzioni tariffarie e lotta all’evasione.

Per quanto riguarda il diritto alla casa nel programma si si propone la chiusura dei tristemente noti residence per l'emergenza abitativa e la lotta allo sfitto e ai canoni neri. Fra l'altro FdS propone i registri delle unioni civili e dei testamenti biologici. Dal punto di vista delle alleanze è stat confermata la disponibilità al confronto con il Pd, ma con «una chiara esclusione della convergenza con l’UDC prima o dopo le elezioni» altrimenti la Federazione è pronta a costruire una «coalizione alternativa al centro sinistra se il confronto sui contenuti non fosse soddisfacente».