Differenziata, superato il milione di utenti

0
23

Il Presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, ha presentato ieri il Piano per l'utilizzo dei fondi regionali destinati a sostenere la raccolta differenziata dei rifiuti nel triennio 2012-2014.

Al suo fianco i sindaci Canapini di Fiumicino e Tidei di Civitavecchia, oltre all'Assessore all'Ambiente della Provincia Civita al quale è toccato il compito di illustrare il programma: «Oggi è un giorno importante perchè altri Comuni importanti del nostro litorale stanno per dismettere la raccolta tradizionale per attivare la raccolta differenziata dei rifiuti. La Provincia ha stanziato un totale 28 milioni e mezzo di risorse per sostenere i Comuni del proprio territorio e appena queste risorse saranno disponibili, si presume entro l'inizio del prossimo anno, partiremo subito.

Il Sindaco Tidei ha già attivato in due quartieri di Civitavecchia la raccolta porta a porta e il Comune di Fiumicino, partecipando al nostro bando, ha attivato a sua volta la raccolta in un Comune importantissimo che tra l'altro conferisce i rifiuti a Malagrotta. Poi abbiamo altri Comuni come Tolfa e altri 7 per i quali il prossimo anno avvieremo la raccolta. Abbiamo finanziato quasi 50 ecocentri quindi sarà importante sostenere i Comuni su questa attività. Abbiamo investito circa tre milioni e mezzo sulla raccolta dell'umido con 4 grandi impianti di compostaggio nei comuni di Anguillara, dell'Aniene, di Gallicano e Velletri: in questi ultimi due potrebbero iniziare i cantieri entro la nostra consiliatura. Dieci comuni parteciperanno al compostaggio domestico e in cambio i cittadini avranno la riduzione della tassa e altre iniziative come l'ecofest per promuovere e sensibilizzare il riciclo».

Per il Sindaco Tidei: «E’ d'obbligo il ringraziamento all'amministrazione provinciale, perchè nonostante la poca cultura diffusa fra i cittadini, in questo in pochi mesi siamo arrivati al 50%. Abbiamo un finanziamento per l'eco center con 300.000 euro, e ora ci auguriamo di estendere il più possibile la differenziata nel nostro Comune, dove abbiamo tre fattori devastanti di inquinamento: centrale ENEL, Tirreno Power e il Porto e per la centrale ENEL Torre Valdaliga Nord adotteremo tutte le misure non esclusa l'ordinanza sindacale della chiusura dell'impianto perchè usa più carbone del limite ammissibile producendo emissioni inquinanti e zolfo e perche' sulla salute dei cittadini non si scherza».

Anche il Sindaco Canapini è soddisfatto per l'attenzione al problema dei rifiuti «al quale Zingaretti è stato sensibile da lungo tempo: avevamo la società dei rifiuti mista al 51% comunale e dallo scorso anno dopo una gara ci sta il nuovo gestore privato che in base al capitolato dovrà effettuare la raccolta differenziata. Abbiamo il difficile obiettivo di realizzare la raccolta differenziata in quattro anni su un territorio comunale più esteso di quello di Milano e invece con gli aiuti della Provincia in un anno e mezzo dovremmo raggiungere l'obiettivo. Partiremo dal mega quartiere di Parco Leonardo per poi passare alla costa: Fiumicino, Focene, Passoscuro e poi all'interno. Stiamo poi valutando proposta di un progetto AMA per l'ampliamento dell'impianto di compostaggio di Maccarese e il Consiglio Comunale sarà chiamato a pronunciarsi su questo nei prossimi mesi. Abbiamo già previsto sconti per il compostaggio domestico utile per diminuire la fase dell'umido da conferire in discarica».

La parola poi passa a Zingaretti per le conclusioni: «Ho insistito molto per avere oggi i due Sindaci di due grandi Comuni della Provincia per annunciare che abbiamo sfondato il muro del milione di cittadini coinvolti nella differenziata: questo significa fare un gol messo a segno non solo da noi ma da una squadra di amministratori di centrodestra e centrosinistra unita sulla necessità di voltare pagina. Le Province aiutano gestiscono e coordinano i finanziamenti ma il ciclo dei rifiuti è di competenza dei sindaci. Possiamo annunciare che la più popolosa provincia italiana si sta caratterizzando come virtuosa non solo per il numero dei cittadini coinvolti, ma anche per l'impiantistica moderna.

Ciò può voler dire che su questi numeri si può creare impresa, perchè quel materiale per il quale prima si doveva pagare buttare in discarica ora viene riutilizzato e diventa risorsa economica. Un ciclo dei rifiuti che non fa spendere ma produce ricchezza. Su un milione e mezzo di residenti nel territorio provinciale oltre un milione fa la differenziata: ben oltre gli obiettivi imposti dal Governo. Fiumicino conferisce a Malagrotta, quindi ha mantenuto fede all'impegno, arrivando subito dopo Ciampino che ha ridotto più dei due terzi la quantità di rifiuti conferita in discarica».

Sulla questione di Cerroni, Zingaretti invita a non demonizzare gli imprenditori che, come nel caso di Colleferro, possono offrire la gestione di una raccolta differenziata creando posti di lavoro: «La sfida» per Zingaretti, «è trasformare i rifiuti in risorsa».

Silvio Talarico