Gianni minaccia di lasciare e vuole rifondare il Pdl ma l’ultima parola spetta ancora a Berlusconi

0
48

Gran via vai ieri pomeriggio in via dell'Umiltà, sede del Pdl. Sono stati ricevuti l'ex governatrice del Lazio Renata Polverini e il sindaco di Roma Gianni Alemanno. Sul tappeto il futuro del partito e la legge elettorale dopo il caso Fiorito e alla luce delle ultime tensioni tra ex An e ex Fi.

E' Angelino Alfano a mantenere i contatti in queste ore per studiare il piano di rilancio del partito in vista del 2013. In serata era sempre in programma, a Palazzo Grazioli un vertice tra Silvio Berlusconi e lo stato maggiore pidiellino.

Parrebbe che nel corso dell'incontro Gianni Alemanno abbia alzato la voce chiedendo di rifondare il Pdl, di azzerare il centrodestra tutto e minacciando le dimissioni dal Campidoglio. Alemanno è pronto a metterci la faccia e buttarsi in prima linea: presto sarà in Sicilia per fare campagna elettorale in favore di Musumeci, ex aennino, tanto più che i beninformati assicurano che prima di quella data nel Pdl non ci sarà alcuna scissione.

Ignazio La Russa, l'ex reggente è indeciso. Nei giorni scorsi lo davano pronto a dire addio al Pdl. Poi, davanti all'opposizione di Maurizio Gasparri, l'ex ministro ha preferito frenare. Tanto che si prepara all'appuntamento sabato 13 ottobre a Milano per una manifestazione di piazza nel nome della “Nostra destra nel Pdl”. Il deputato ed ex sottosegretario ai Beni culturali Francesco Giro sembra invece ringalluzzito dopo l'arresto di Fiorito e all'Adnkronos fa sapere che l'ipotesi di una sua candidatura alle prossime elezioni regionali non è affatto da escludere. «Io sono disponibile a fare la mia parte – ha detto – ma se ci saranno ipotesi migliori che emergeranno io le sosterrò». E Giro di esperienza nella macchina amministrativa ricorda di averne: consigliere regionale di Forza Italia nel Lazio dal 2000 al 2005 e capogruppo nell'ultimo anno della legislatura, Giro nel settembre del 2006 è stato nominato coordinatore regionale del Lazio e commissario per la città di Roma; nel 2008 è stato eletto alla Camera dei Deputati nelle liste del Popolo della Libertà e sottosegretario ai Beni culturali del governo Berlusconi IV. Ma l'ultima parola spetta al Cavaliere.

«Io aspetto Berlusconi… » ha dichiarato Daniela Santanchè uscendo da via dell'Umiltà, dove era in corso un vertice del Pdl con molti ex di An, presente Angelino Alfano. «Ci sono grandi riunioni in corso – ha aggiunto- ma siamo come coloro che son sospesi… Come sempre decide Berlusconi ed in questo palazzo non mi sembra che ci sia lui…». Questo almeno sino al momento di andare in stampa e domani è un'altro giorno…

gl

È SUCCESSO OGGI...

Ss Lazio, sestina che profuma di Europa – LE PAGELLE

Vittoria in goleada per la Lazio di Simone Inzaghi che stende per 6-2 il Palermo e riconquista il quarto posto in classifica, momentaneamente occupato dall'Atalanta dopo il successo di ieri. Una vittoria mai in discussione...
tuscolano

Crolla terrazzo di un palazzo al Tuscolano: grave un uomo

Dramma al Tuscolano, questa domenica mattina. Il terrazzo di un palazzo è improvvisamente crollato. Un uomo che stava stendendo i panni ad asciugare al sole è rimasto gravemente ferito. L'episodio è accaduto in via...
corda impiccato genazzano suicidio

Orrore a Genazzano: si impicca all’albero del suo giardino

Attimi di terrore negli occhi di alcuni passanti. Un uomo, ancora vivo, penzolava impiccato a un albero. Immediatamente hanno chiamato il 112 e, miracolosamente, l'aspirante suicida è stato salvato. Lo scioccante episodio è accaduto...
Controlli dei Carabinieri auto notte movida

Movida tossica a Roma: blitz dei carabinieri

Sedici spacciatori arrestati e centinaia di dosi di droga sequestrate. Hashish, marijauana, cocaina, ketamina e MDMA, tra le altre. È il bilancio dell’intensa attività antidroga eseguita dai carabinieri del comando Provinciale di Roma. L'ennesima...
ladro di biciclette

Ottantenne muore in carcere: addio al ladro di biciclette

Era stato soprannominato il ladro di biciclette perché di due ruote, nel corso della sua vita, ne aveva rubate migliaia. Non per necessità. Né per indole da malfattore. Ma perché affetto da una forma...