«Mancano le ostetriche, è in pericolo la salute delle mamme»

0
61

All’ospedale San Giovanni Addolorata si registra una gravissima carenza di personale ostetrico. Lo denuncia Enrico Gregorini, segretario generale Fp Cgil Roma centro Ovest Litoranea che in un comunicato spiega la situazione del nosocomio.

«L’organico delle ostetriche del San giovanni è stato ridotto del 40 per cento, queste lavoratrici sono costrette tutti i giorni a effettura turni di lavoro di 16 ore che mettono a serio rischio la loro salute e la sicurezza dei nascituri e delle partorienti. A causa di questa carenza – continua il segretario – il personale medico non può assicurare la propria presenza nè nei reparti di degenza, nè nell’accettazione ostetrica e ginecologica. Ancora una volta i costi della mala gestione e le inefficienze della politica vengono scaricati sui cittadini e su tutti coloro che hanno bisogno di cure mediche».

Per il sindacato la situazione è particolarmente delicata perchè riguarda un servizio primario per un ospedale come l’Addolorata che gestisce 2000 parti ogni anno. Di fronte a questo stato di cose il sindacato , in accordo con la Fp Cgil dell’azienda ospedaliera ha proclamato lo stato di agitazione sindacale del personale ostetrico e il contestuale avvio del processo di raffreddamento e conciliazione. Il segretario infine chiede l’intervento degli organi istituzionali competenti «ciascuno per la propria responsabilità e competenza per ripristinare e garantire la sicurezza dei lavoratori, delle mamme e dei neonati».

cinque