Caritas, contro gli sprechi c’è la giornata del pane

0
49

A Roma ogni anno ciascun cittadino getta via in media 42 kg di alimenti, che corrispondono a 117 euro di spreco, secondo le stime di Federconsumatori Lazio. Per fare un gesto concreto verso chi ha più bisogno e per sensibilizzare i cittadini contro gli sprechi che si verificano anche nelle famiglie, l’Associazione Panificatori di Roma e provincia e Federconsumatori Lazio, hanno aderito all’iniziativa lanciata ieri dalla Caritas di Roma “Oggi offro IO”.

L’iniziativa è stata presentata nella sede Caritas di via Casilina Vecchia, alla presenza, tra gli altri del direttore della Caritas diocesana di Roma Monsignor Enrico Feroci. «Si tratta – ha spiegato Feroci – di un’iniziativa di solidarietà il cui scopo principale è quello di aiutare la riflessione sullo spreco alimentare. Un invito alla sobrietà in un momento difficile per molte famiglie romane».
 

Soli e poveri, senzatetto in aumento a Roma
 

La lotta alla povertà passa dunque anche dalla riduzione degli sprechi, sottolinea la Caritas, e una vita sobria nasce soprattutto da comportamenti come questi. Nella cittadella di Santa Giacinta, proprio accanto all’emporio Caritas ieri i panificatori della capitale hanno donato 50 kg di pane. Nei prossimi giorni partirà ufficialmente l’iniziativa che permetterà a tutti i romani che andranno al fornaio di aiutare i più poveri dando un piccolo contributo che servirà a dare un pasto servito nelle mense o una spesa alimentare nelle strutture della Caritas della Capitale, come appunto l’Emporio. La campagna di beneficenza sarà accompagnata dall’iniziativa “Il pane per l’Emporio”: a partire dal 1° novembre, presso i panificatori aderenti, chi acquista prodotti artigianali da forno, con un contributo di 1,50 euro potrà sostenere l’attività dell’Emporio e ritirare gratuitamente un “ricettario contro gli sprechi” con alcune proposte culinarie curate dallo chef Leopoldo Cacciani.

È stato lui a preparare nella cucina della mensa Caritas il “Polpettone alla picchiapò”, piatto a base di pane, servito ieri a pranzo agli ospiti. Secondo la stessa Caritas diocesana ogni giorno a Roma le mense della Caritas diocesana di Roma servono circa 1.500 pasti. E poi ci sono le circa 1.700 persone aiutate ogni settimana per la spesa alimentare (dati al primo semestre 2012) attraverso l’Emporio della solidarietà, il supermercato gratuito con cui la Caritas sostiene le famiglie in difficoltà. Secondo i panificatori nei 600 forni della Capitale ogni romano acquista mediamente ogni giorno 80 grammi di pane. Per lo più ciabatte e pane casareccio (50%). Seguono le rosette (30% sul totale, in diminuzione rispetto al passato) e per il resto pane lavorato (all’olio, al latte eccetera).

Francesco Unali