Primarie Pd: per candidarsi serve il 20 per cento degli iscritti

0
20

«Nel rispetto dell'art. 18 comma 3 dello Statuto nazionale del Pd, gli iscritti al Partito Democratico possono avanzare la propria candidatura qualora essa sia stata sottoscritta da almeno il 35% dei componenti dell'Assemblea Cittadina di Roma ovvero da almeno il 20% degli iscritti al Partito Democratico romano, i quali risultino iscritti nell’anno precedente alla presentazione delle candidature e abbiano rinnovato l’iscrizione all'atto della sottoscrizione, nonché tutti i nuovi iscritti entro il 30 settembre 2012».

Recita così il “Regolamento per la selezione delle candidature degli iscritti del PD alle Primarie di Coalizione per la carica di Sindaco di Roma” che disciplina il funzionamento delle primarie, approvato dall'assemblea romana del Pd nella tarda serata di martedì.

La possibilità di presentare candidature verrebbe quindi condizionata alla capacità del potenziale candidato di presentare validamente 140 firme di esponenti dell'assemblea romana del Pd o, in alternativa, 2600 firme di iscritti (il 20 per cento dei circa 13mila iscritti al partito a Roma). Stesso discorso viene fatto per avanzare le candidature a livello dei municipi romani, per i quali viene chiesta la firma del «35% dei componenti del Coordinamento municipale ovvero da almeno il 20% degli iscritti al Partito Democratico romano nei Circoli del Municipio».

A fianco della regola principale il documento stila tutte le altre indicazioni necessarie: nasce la Commissione elettorale costituita dall'Ufficio di Presidenza per l’attuazione ed il rispetto del regolamento; viene data la possibilità per iscritti e componenti dell'Assemblea cittadina di «sottoscrivere una sola candidatura per la scelta del/la candidato/a a Sindaco» e si prescrive che «la raccolta delle firme per la sottoscrizione delle candidature è ammessa a partire dal 60° e fino al 50°giorno precedente la data fissata per lo svolgimento delle votazioni per le primarie».

Quanto all'ufficializzazione dei nomi dei candidati alle primarie il regolamento sottolinea che «entro i tre giorni successivi alla riconsegna delle firme di sottoscrizione delle candidature, la Commissione elettorale provvederà a comunicare e ufficializzare i nomi dei candidati, iscritti al PD, ammessi alle primarie di coalizione».

Cinque