Regionali, Polverini deposita ricorso a Consiglio di Stato

0
23

E’ stato depositato al Consiglio di Stato l’appello con cui il presidente dimissionario della Regione Lazio Renata Polverini chiede l’annullamento, previa sospensione, della sentenza con cui il Tar del Lazio ha accolto il ricorso presentato dal Movimento difesa del Cittadino sullo svolgimento delle elezioni regionali entro 90 giorni dallo scioglimento del Consiglio.

Nell’atto, redatto dall’avvocato Federico Tedeschini, si sostiene come “l’indizione delle elezioni non può essere dunque qualificata e neanche lontanamente assimilata ad un atto di amministrazione, ma deve essere sempre e comunque ritenuta atto politico vero e proprio, sottratto, come tale, all’ordinario sindacato giurisdizionale proprio perché espressione della fondamentale funzione di direzione e di indirizzo politico del governo nazionale, oppure dei governi regionali”. Insomma, nelle 26 pagine dell’appello si sostiene “l’insindacabilità degli atti politici da parte del giudice amministrativo”.