Regionali, Pannella dice sì a Storace

0
39
 

"Accogliamo la proposta, l'invito di Storace, che lui definisce tecnico, anche come risposta per un minimo di rivolta morale". Con queste parole lo storico leader dei radicali, Marco Pannella, ha annunciato in diretta su Radio Radicale l’accordo col centrodestra per le regionali del Lazio.

Una decisione che ieri pareva non essere condivisa da Emma Bonino e che potrebbe portare a una spaccatura interna al partito. Ieri, infatti, Pannella aveva convocato il gruppo dirigente a via di Torre Argentina per ottenere il consenso all’alleanza con Storace, ma si era trovato contro mezzo partito, inclusa la senatrice radicale che, proprio contro il centrodestra, si era scontrata nelle precedenti regionali, appoggiata dal Pd.

Eppure questa mattina il leader dell Partito Radicale ha deciso per la rottura col centrosinistra di Nicola Zingaretti. Il candidato del centrosinistra aveva lasciato la porta aperta a un’alleanza coi radicali ponendo la condizione di non ripresentare i consiglieri regionali uscenti “per dare un segno vero di rinnovamento e trasparenza”. Richiesta avanzata anche a Sel e Pd ma non gradita a Pannella.

 “A me sembra un accordo di convenienza un po' triste – ha commentato Zingaretti – perché in realtà le scelte politiche dovrebbero essere sostenute da valori e coerenze, non dalla convenienza individuale o di un gruppo. È quindi una scelta alla fine di potere che da vita ancora di più a un'armata Brancaleone che, a prescindere dall'orientamento politico, è tutto l'opposto di quello che in questo momento serve a Lazio per riprendersi".

Il candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Lazio ha quindi concluso: “Sono orgoglioso che noi abbiamo iniziato questa avventura con l'ambizione di cambiare tutto e ora siamo l'unica coalizione che sta davvero rinnovando tutto. Solo questo è il modo di rinnovare la politica: essere coerenti rispetto ad alcuni principi e valori. Cambiare, ci stiamo rendendo conto, è difficile ma la partita la stiamo vincendo noi nel campo della chiarezza e della coerenza”.