Sanità, Zingaretti: «Immaginare nuovo modello per recupero credibilità»

0
36
 

«Sul diritto alla salute vogliamo iniziare a immaginare un modello sanitario degno di questo nome e insieme costruirlo partendo dai valori ispiratori che deve avere un nuovo modello di sanità, valori che sono contenuti nelle parole dell'articolo 32 della Costituzione». Ha le idee chiare il candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che è intervenuto a “Una sanità di tutti. Salute, qualità, lavoro, diritti” al centro congressi Frentani.

Per l'ex presidente della Provincia, il nuovo modello «vorrà dire uno sforzo collettivo di tutto il sistema per recuperare la credibilità agli occhi degli operatori, del mondo del lavoro, delle altre istituzioni, delle imprese. La prima cosa da fare è, quindi, riproporsi con l'obiettivo di recuperare la credibilità degli interlocutori. Noi abbiamo bisogno di aprire insieme ad altre regioni e al nuovo governo una riflessione comune – ha precisato Zingaretti – che rimetta in discussione alcuni pilastri per costruire le premesse per aprire una fase nuova nella quale si riesca a far pesare, come devono pesare, i diritti delle persone e del mondo del lavoro».

Per il candidato del centrosinistra il nuovo modello della sanità «dovrà fondarsi su pilastri come: il ritorno della centralità assoluta di trasparenza e legalità, il ritorno della centralità del merito con l'introduzione di metodi seri, affidando a terzi la selezione dei curricula, la riforma della sanità coinvolgendo la rete dei medici di base, costruendo insieme una rete di presenza sanitaria e assistenza nei territori, la valorizzazione del lavoro e dei saperi della nostra regione ridando centralità agli operatori della sanità rompendo lo schema dove la politica decide da sola». 

 

«Si può aprire, quindi, una fase costituente per la nostra Regione, cambiando i pilastri nel profondo», ha concluso Zingaretti.