Centrosinistra al 42,1 per cento

0
29

Sono abbastanza chiari i dati che emergono dal sondaggio svolto il 29 gennaio dalla Teknè per Omniroma su un campione di 1000 intervistati. I numeri indicano il candidato Nicola Zingaretti al 42,9%, staccato di dodici punti da Francesco Storace al 30,8%, con la moderata Giulia Bongiorno che si ferma al 11,2%.

Colpisce tra le risposte date sul candidato presidente la percentuale di chi è ancora incerto o dice che non andrà a votare, che si attesta al 35%. Questo fa dire a Storace e non solo che la partita è ancora tutta da giocare. E’ vero anche però che, oltre al forte vantaggio di Zingaretti, in queste regionali si presenteranno moltissimi candidati diversi.

Per la cronaca gli altri candidati ottengono nel sondaggio queste preferenze: Davide Barillari 10,1%, Sandro Ruotolo 3,0% Alessandra Baldassari 0,8%, Simone Di Stefano 0,8%, Luca Romagnoli 0,2% , Pino Strano 0,1%, Luigi Sorge 0,1%. Quanto alle preferenze per le coalizioni il centrosinistra si attesta su un 42,1% con il Pd al 31,0%, Sel al 3,9%, Lista civica Zingaretti 5,8%, Centro Democratico di Tabacci 0,5% e Partito socialista 0,9%.

Nella compagine di centrodestra si totalizza un 29.9% con il Pdl che arriva al 17,3%, insieme alla Lista civica Storace con il 5,1%, La Destra 4,9%, Fratelli d'Italia 1,7%, Mir 0,4%, Cristiano popolari 0,1%, Grande sud 0,2%, Mov. Cittadini e lavoratori 0,1% e Per il Lazio 0,1% . Infine per il terzo incomodo schierato con la Scelta civica legata a Monti e Casini si arriva al 12 per cento della Giulia Bongiorno. Gli altri: Rivoluzione civile 3,4%, Movimento 5 stelle 10,2%, Fermare il declino 0,9%, Fiamma Tricolore 0,2%, Rete dei cittadini 0,1%, Casapound 1,1%, Pcl 0,1% Anche qui pesa il numero degli incerti o che dice di non andare a votare:sono il 37,6% del totale.

cinque