Recup, arrivano i soldi. Ma 200 rischiano il posto

0
51

Il Recup verrà pagato, ma a oggi è ancora senza ossigeno da quasi un anno. Ieri, in una assemblea dei dipendenti, il presidente della cooperativa Capodarco Maurizio è tornato a lanciare l’allarme dei mancati pagamenti da parte della Regione Lazio che stanno mettendo a dura prova le famiglie che hanno nel Recup una insostituibile fonte di lavoro e di sostentamento.

Ieri la Regione, dopo l’ennesimo annuncio dei lavoratori di una protesta di piazza programmata per oggi davanti alla sede della giunta in via Cristoforo Colombo (poi ritirato), ha annunciato che i pagamenti al Recup sono stati inseriti all’ordine del giorno dell'ultima seduta utile della giunta regionale prima dello stop elettorale.

Resta però l’allarme delle famiglie che lavorano senza ricevere lo stipendio e una situazione occupazionale ricca di criticità: «La situazione attuale – ha spiegato Marotta – ci vede con stipendi non pagati da quasi un anno. Siamo anche in prosecuzione di Cassa integrazione che ha portato nel 2012 a ridurre la struttura di 200 unità e per il 2013 le stime sono le stesse: a rischio altri 200 posti. L’anno scorso abbiamo raggiunto le 200mila ore di Cig. Attualmente prenotiamo il 20 per cento dell’offerta disponibile delle Asl e degli ospedali, un altro 20 per cento viene prenotato attraverso il Cup e il restante 60 per cento con accettazione diretta».

Il servizio resta però strategico all’interno dell’organizzazione della sanità regionale, anche se non è stata dedicato negli anni la giusta attenzione a un servizio così importante. Ora, in piena emergenza i lavoratori hanno chiesto ascolto alla Regione e dopo aver ribadito la prosecuzione dello stato di agitazione, ieri sono stati rassicurati, come ha spiegato Paolo Domenici della Uil Fp: «I dirigenti Regionali ci hanno comunicato che la Delibera con lo sblocco dei fondi Re.cup è stata firmata ed inserita all’ordine del giorno della Giunta Regionale del Lazio che si terrà in questa settimana. Una buona notizia, frutto anche del duro lavoro e pressione effettuato dalla Uil Fpl a tutela dei 2200 lavoratori Capodarco».

I lavoratori hanno deciso comunque di mantere un presidio fisso di protesta fino a quando non verrà effettivamente approvata la delibera che sblocca i pagamenti alla cooperativa.

cinque

È SUCCESSO OGGI...

Sequestro-Polizia ladispoli

Massacrato e derubato nella notte a Ladispoli: gravissimo

Violenza nelle strade di Ladispoli, nella notte appena trascorsa. Un cittadino straniero di origine nigeriana è stato aggredito, colpito con calci e pugni, e derubato borsello che portava con sé, contenente documenti ed effetti...
Controlli dei Carabinieri auto notte movida

Folle inseguimento da Tuscolana a Cassia: due arresti

Duro colpo inferto dai Carabinieri della Compagnia di Ronciglione al traffico di sostanze stupefacenti nella provincia viterbese.   La notte di sabato infatti i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Ronciglione in collaborazione con i...

25 Aprile, a Roma una festa ad alta tensione

Gli appelli di istituzioni e associazioni tra cui quello del presidente del Senato, Pietro Grasso, non hanno avuto effetto e a Roma la festa della Liberazione, come lo scorso anno, sara' divisa in due:...
tuscolano

Roma, cane litiga con i padroni e si riifuta di rientrare a casa

Litiga con la padrona e si rifiuta di rientrare in casa. Questa l'incredibile storia di un anziano cane di razza yorkshire soccorso dai vigili del fuoco dopo la segnalazione di alcuni passanti. La notizia è...
Controlli dei Carabinieri auto notte movida

Arrestata a Roma borseggiatrice “da record”

I Carabinieri della Stazione di Roma Quirinale hanno arrestato per la 44esima volta una donna di 25 anni, di origini slave, domiciliata nel campo nomadi di via Pontina, all’opera, facendo anche da tutor ad...