Bando Casa, Schiuma attacca: ‘‘Pdl e Alemanno spieghino il maggiore punteggio ai rom’’

0
43

"Il gruppo comunale del PdL e il sindaco Alemanno devono dire 'qualcosa di destra' sul bando pubblicato dal Dipartimento Politiche Abitative, che assegnerebbe un punteggio maggiore in graduatoria a chi proviene dai villaggi attrezzati per i 3600 Rom e Sinti da Roma Capitale. Chi glielo spiega alle 50.000 famiglie romane in lista da attesa da dieci anni per un alloggio?". È il duro attacco del consigliere capitolino Fabio Sabbatani Schiuma, Presidente del gruppo “Trifoglio – Popolo della vita”.

"Restano due misteri – spiega Schiuma – il primo, con quale logica politica si sia proceduti a questa formulazione del bando stesso da parte della giunta o di chicchessia, e perchè allora si siano spesi 17 milioni di denaro pubblico per la realizzazione dei villaggi attrezzati e l’attuazione del piano nomadi?”.

“Io – conclude Schiuma – sono un indipendente di destra, conto per un voto in aula, ma voglio essere da 'pungolo' e non posso credere che alcuni colleghi non ricordino l'esperiena della 'destra sociale', le nostre battaglie in periferia per garantire casa e lavoro ai più deboli, la solidarietà senza dubbio, ma anche e soprattutto il rispetto nei confronti dei nostri connazionali in emergenza alloggiativa, scavalcati così nelle assegnazioni. Da Alemanno potrei pure aspettarmelo, da altri colleghi no”.