Regionali, Ruotolo: «Economicamente ci rimetto ma serve esempio»

0
49
 

«Non mi impegno in politica per guadagnare, ma perchè ci credo. Perchè credo che la politica debba cambiare. Economicamente ci rimetto, altri no, ma il parametro è un altro. Nell'ultimo anno ci sono stati 560mila disoccupati in più.

Il Paese è allo stremo e la politica deve dare l'esempio». A dichiararlo il candidato per Rivoluzione civile alla Camera e alla presidenza della Regione Lazio Sandro Ruotolo intervistato da Filippo Facci su Tgcom24.

«Per la Regione degli scandali, dei Fiorito e dei Maruccio – ha proseguito Ruotolo – proponiamo l'abolizione dei vitalizi e di abbassare lo stipendio di assessori e di consiglieri a 3mila euro. Anche in Parlamento faremo una battaglia per ridurre i costi della politica».

Nei gironi scorsi l'ex giornalista oggi candidato aveva accolto l'appello di Padellaro pro Vendola facendo outing: «Voglio raccogliere immediatamente l’appello di Padellaro: anch’io sono gay. E mi auguro che nelle prossime ore anche tutti gli altri candidati, di Rivoluzione civile e di tutte le altre coalizioni, facciano outing: è vergognoso che nella culla della civiltà un omosessuale o un ebreo debba aver paura a circolare di notte».