Regionali, Zingaretti: Alemanno è stato un pessimo sindaco

0
23
 

«Alemanno è stato un pessimo sindaco: ha fatto sempre prevalere il punto di vista di partito sul bene comune, ad esempio selezionando una classe politica alla guida della cosa pubblica assolutamente impresentabile, che lui stesso ha cacciato». Non usa mezze parole il candidato alla presidenza della Regione Lazio per il centrosinistra, Nicola Zingaretti, per commentare l'operato del primo cittadino della Capitale nel corso della tribuna elettorale sulla Tgr Lazio.

«In cinque anni di presidenza della Provincia di Roma – ha aggiunto Zingaretti – io non ho mai fatto prevalere l'opinione politica sul rispetto istituzionale e per questo sono stato anche accusato di avere un atteggiamento poco coraggioso. Ma credo sia giusto anteporre il bene delle istituzioni rispetto alla polemica politica. Non posso dire la stessa cosa di Alemanno, che ha fatto sempre prevalere l'identità di partito sul bene comune della città, e questo è il suo limite più forte, ora lo posso dire perchè non sono più il rappresentatante di un'istituzione».

Tornando sulle persone scelte dal sindaco Gianni Alemanno, «nelle aziende pubbliche, nella Giunta capitolina, nel Gabinetto del sindaco – ha concluso Zingaretti – in cinque anni c'è stato un via vai di entrate e uscite. Non è una cosa normale e un atteggiamento che è figlio della sua incapacità».